FCA annuncia nuove nomine


Fiat Chrysler Automobiles annuncia i seguenti cambiamenti nel team di leadership, con effetto immediato:
Tim Kuniskis viene nominato Head of Alfa Romeo and Maserati a livello globale. Kuniskis, che ha 26 anni di esperienza in FCA, in tempi recenti ha ricoperto il ruolo di Head of Passenger Car brands in Nord America, con responsabilità per i marchi Chrysler, Dodge, Fiat e SRT. In precedenza, ha ricoperto varie posizioni in ambito commerciale e di marketing e relative ai brand Dodge e Fiat negli Stati Uniti.

Al contempo, Steve Beahm viene nominato Head of Passenger Car brands in Nord America in sostituzione di Kuniskis. In tempi recenti, Beahm ha ricoperto il ruolo di Head of Maserati North America e prima ancora è stato a capo del Supply Chain Management in Nord America. In precedenza, ha inoltre ricoperto varie posizioni in ambito commerciale negli Stati Uniti.

Reid Bigland, in precedenza Head of Alfa Romeo and Maserati a livello globale, continuerà a ricoprire i ruoli di Head of U.S. Sales e President and CEO di FCA Canada.

Bigland e Kuniskis continueranno a far parte del Group Executive Council (GEC), il più elevato organo di management di FCA, guidato dall'Amministratore Delegato.

Commenti

  1. Reid Bigland silurato dunque.... i risultati Alfa e Maserati non soddisfano ed il grande capo perde subito la pazienza. Di sicuro faceva strano che un americano appassionato di body building potesse conoscere a fondo i marchi sportivi italiani ma non gli hanno dato il tempo di fare nulla. Tipico di Marchionne. Solo la stabilità permette di lavorare bene e pianificare i risultati. Quanti capi Alfa e Maserati si sono alternati ultimamente? Troppi. Segno che non si vuole aspettare. Sarebbe il caso forse di mettere un italiano, magari nato nella terra dei motori, che ha mangiato piadina e benzina ed ha nel dna le quattro ruote purosangue invece dei pick-up? Questi aspetti contano tantissimo. No... meglio mettere Tim, famoso esperto di Chrysler!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si perchè Alfa e Maserati vanno male ne!? ti piacerebbe!!

      Elimina
    2. Bè... lo dice Sergione stesso che i due marchi sono sotto le aspettative. A me piacerebbe vedere Alfa combattere con Bmw per i primi posti nelle vendite e Maserati con Porsche. Se guardi con attenzione invece di rispondere a caso, noterai che le due case tedesche programmano e pianificano da sempre e con estremo rigore. Sanno esattamente cosa faranno fra due anni, rispettano le tempistiche. Noi mettiamo nella lista delle cose da fare 8 modelli Alfa in quattro anni (ultimo piano industriale) e poi ne facciamo due. Se poi queste due vendono meno del previsto ci caghiamo sotto ed invece di insistere rimandiamo o congeliamo tutto. In attesa di che…? Di perdere altro mercato? E poi per fare auto del blasone di Alfa e Maserati dobbiamo affidarle a degli italiani appassionati, che le provano, ne conoscono perfettamente la storia, soffrono ogni giorno per pensare a come migliorarle, non a manager americani che le trattano come fossero un qualsiasi prodotto industriale. Eppure basta guardare in casa nostra… in Ferrari si è arrivati ad essere i primi della classe grazie solo alla passione italiana. Non ho mai sentito di manager cow-boy a Maranello…

      Elimina
    3. perchè secondo te due gruppi che stava fallendo e si sono uniti riescono a rilanciare 2 marchi in pompa magna dall'oggi al domani? è già tanto che ci sono ancora ed è un miracolo quello che sono riuscita a fare. sempre comodo e facile criticare da fuori. Voglio vedere te al suo posto cosa avresti fatti. Da come parli gli avresti dato il colpo di grazia. Sei il classico Ad dei poveri

      Elimina
    4. Grazie per l'Ad ma sono un semplice appassionato che dice la sua. Forse tu sei in FCA? Sarebbe un peccato perchè dalle tue parole sembri uno che si accontenta. Ed il gruppo è in questa situazione grazie a chi ha fatto negli anni passati della mediocrità l'atteggiamento quotidiano. Penso che avere un responsabile americano per i marchi sportivi non sia un atteggiamento di chi vuole tornare al vertice. Marchionne come ho già detto è genio di finanza ed ignorante di auto. Le Alfa e le Maserati possono essere vincenti partendo dall'anima, dalle sensazioni, dalla passione. Le politiche commerciali in stile wall street sono l'ultimo passo, seppur importante. Mi sa che da Ad licenzierò anche questo americano.... contento?
      P.S. L'importante è fare modelli belli ed allineati al mercato! Ad Alfa e Maserati mancano versioni, accessori e la pazienza di creare di nuovo fiducia nei clienti. Cosa molto lunga da ottenere. Buon lavoro

      Elimina
    5. ragioni per pregiudizi e troppo per passione, atteggiamento che alla guida di un azienda sono dannosi. Prendere atto non vuol dire accontentarsi e nel 2018 discriminare un americano alla guida di un marchio che fa parte di una multinazionale è da ignorante. Tu vuoi un gruppo Fiat che non può più tornare perchè il Mondo è cambiato. Gente come te pessimista che vive solo di nostalgia e passione senza guardare come cambia il Mondo e le cose concrete guardando a casa propria senza guarda cosa fanno gli altri come modello da seguire e basta sono persone distruttive. Pure io sono un semplice appassionato, ma con una visione delle cose diversa, in grado di capire come stanno le cose e quindi vedendo potenziali e limiti. Cosa che non hai tu

      Elimina
    6. la gente non si giudica in base alla nazionalità e il fatto che sia Americano non vuol dire che non conosce Alfa e la sua storia. Comunque Reid non è stato silurato, ma la strategia è cambiare i manager in base alle esigenze. Cambire in questo caso è intesa la rotazione non licenziamento.

      Elimina
    7. Ottima risposta anonimo, è vero, sono un appassionato che ha avuto il piacere di vedere le vittorie Lancia nei rally e, per rimanere in tema, quelle di Alfa nel DTM. Ho toccato con mano un grande gruppo Fiat. Purtroppo i fatti dicono che ultimamente facendo “a modo nostro” non siamo riusciti a combinare granchè. Marchionne è da 13 anni al timone di Fca e siamo ancora qui a sperare nei rilanci di Alfa e Maserati mentre stiamo fissando la data del funerale di Lancia ed abbiamo perso il segmento B di Fiat… Sul lato americano sono agonizzanti Chrysler, Dodge ed il brand Viper riposa sottoterra. Sui due marchi sportivi italiani è stato cominciato un lungo lavoro di rilancio ma quello che vedo in questa ed altre occasioni, è la mancanza di coerenza in ciò che si fa. Quasi a non credere nelle proprie capacità. Era ovvio che Giulia non raccogliesse consensi straordinari da subito. Io viaggio molto all’estero e ti assicuro che di Alfa non vi è traccia. Nessuno se la ricorda più. Bisogna fare un lavoro enorme di ricostruzione ed accontentarsi di una accoglienza tiepida. Ora Marchionne se non vede risultati blocca gli investimenti, esonera i capi, congela i modelli futuri. Dovrebbe avere più pazienza ed affidarsi a gente più car-oriented. Sicuramente Reid Bigland conosce Alfa ma non ha assolutamente respirato o ascoltato cantarne gli scarichi. E poi, vedi, conta tantissimo la mentalità. I tedeschi sono convinti di essere i migliori e dominano, punto. In Ferrari sono convinti di essere i migliori e dominano, punto. I francesi (Renault) lo stesso. I coreani che negli anni ’80 erano dei pivellini a cui progettavamo la Pony ci hanno superato ed umiliato. Continuo? Nascono ogni anno nuovi marchi o ne vengono resuscitati (Alpine, Dacia) e noi li chiudiamo… No non sono affatto contento ma soprattutto non vedo ancora quel cambio di mentalità che ci permetterebbe di tornare al vertice.

      Elimina
    8. Paolo B se fai il bravo la prossima volta di porto con me a un evento FCA cosi vedi come stanno le cose

      Elimina
    9. visto che Paolo B non è interessato posso venire io? :-)

      Elimina
    10. Vengo volentierissimo, grazie! Dimmi quando che ti passo a prendere, sono certo che diventeremo amiconi!

      Elimina
  2. Sante parole PaoloB.... lascia perdere quei anonimi che non capiscono una cippa....

    RispondiElimina

Posta un commento

Passione Auto Italiane: Facebook e Instagram
redazionewm@outlook.com
fiat500club.blogspot.com
www.passioneautoitaliane.com
Jeep: leautodimatteo.passioneautoitaliane.com
www.passioneautoitaliane.it
alfaromeoclub.passioneautoitaliane.com
Instagram: Matteo_Volpe_Passione_Auto_Ita

ISCRIVITI CLICCANDO SULLE 3 LINEE IN ALTO A SINISTRA
(HOME PAGE). Li puoi fare una donazione a Passione Auto Italiane

Post più popolari degli ultimi 30 giorni

Arriva il "Piano Italia" di FCA. Il marchio Fiat verrà rilanciato. Piena occupazione in Italia

Nuovi motori ibridi a Pratola Serra