475 contratti rinnovati a Termoli. Più turni grazie aumento della richiesta di motorizzazioni 16v


Lavoreranno fino al 5 agosto nello stabilimento di contrada Rivolta del Re a Termoli i 475 lavoratori interinali della Fiat. L’annuncio è arrivato ieri pomeriggio al termine della riunione del Comitato esecutivo tra le organizzazioni sindacali e la direzione del personale.


Adesso questa nuova proroga di altri cinque mesi che allunga il periodo lavorativo per i dipendenti che erano stati assunti con un contratto di somministrazione. Per i precari in attesa di risposte dall’azienda torinese sarà quindi una Pasqua di certezze che conferma anche un ottimismo che era nell’aria nei giorni scorsi alla Fca di Termoli. Si tratta di una ulteriore proroga dopo che lo scorso dicembre il rapporto di lavoro dei quasi 500 dipendenti era stato prolungato di tre mesi, appunto fino al 31 marzo. “Riteniamo positiva la proroga – ha affermato Francesco Guida della Uilm – ma allo stesso tempo abbiamo ribadito all’azienda di iniziare un percorso che porti alla loro stabilizzazione. Sarà nostro dovere portare avanti questa tematica, né va del futuro di centinaia di persone e del nostro territorio.

Altro punto all’ordine del giorno è stato il passaggio a 18 turni del montaggio motori 16v. (ute 127, 128,111) e il passaggio a 20 turni della ute 121 dal giorno 16 aprile 2018. Questo è dovuto all’aumento della richiesta di motorizzazioni 16v. Infine si è deciso di chiudere lo stabilimento per festività pasquali dal 31 Marzo 2018 alle ore 14.00 alle ore 06.00 del 03 Aprile 2018”. I sindacati, infatti, avevano richiesto la stabilizzazione definitiva della posizione lavorativa dei 475 dipendenti interessati già da diverso tempo. L’intento delle organizzazioni sindacali, infatti, era quello di rendere i loro contratti a tempo indeterminato ma sulla questione pende ancora una incertezza che dovrebbe essere dissipata il prossimo primo giugno quando l’amministratore delegato dell’azienda Sergio Marchionne svelerà il piano industriale. Al momento, quindi, l’unica certezza è rappresentata dal rinnovo per altri cinque mesi del contratto poi tutti dipenderà dagli sviluppi futuri e dalle future linee di produzione della casa. Durante la riunione del comitato, però, si è parlato anche del passaggio a 18 turni del montaggio motori 16 valvole relativo all’unità tecnologica elementare 127, 128 e 111 e il passaggio a 20 turni dell’Ute 121 dal giorno 16 aprile 2018 dovuto all’aumento della richiesta di motorizzazioni del 16 valvole.

Commenti

Post popolari in questo blog