Fiat colpita dai problemi economici della Turchia


Fiat è stata duramente colpite dalla crisi economica della Turchia. Le vendite di veicoli leggeri nel paese sono diminuite di un terzo nel 2018, dopo che i prezzi dei nuovi veicoli sono saliti in risposta al crollo del valore della lira turca. Fiat è vulnerabili alla crisi della Turchia, ha affermato Carol Thomas, analista per l'Europa centrale e orientale di LMC Automotive. Fiat costruisce la vettura compatta Tipo/Egea, il Qubo/Fiorino e il Doblò in Turchia. In Turchia il volume di Fiat Chrysler è sceso del 42%.


Inflazione, aumento dei tassi di interesse. Il mercato interno è stato duramente colpito dal tasso di cambio, dal picco dell'inflazione e dal forte rialzo dei tassi di interesse. Il mercato turco potrebbe scendere dai 609.000 veicoli del 2018 a 450.000 nel 2019, anche se l'azienda potrebbe rivedere tale cifra al rialzo se la Turchia estenderà i tagli fiscali per stimolare la domanda fino al 2019. La produzione di veicoli è scesa a 1,5 milioni nel 2018 da 1,66 milioni nel 2017 e scenderà a 1,4 milioni nel 2019, previsioni LMC.

La Turchia ha attratto le case automobilistiche come un luogo di produzione a basso costo , con un rifornimento salutare di lavoratori qualificati e semi-specializzati e una posizione centrale per un facile accesso all'Unione europea, all'Eurasia e al Medio Oriente. "L'energia è significativamente meno costosa di quella europea e la Turchia è abbastanza vicina all'Europa, quindi è facile esportarla", ha affermato Fawad Ahmad, analista di IHS Markit.

Commenti