Passa ai contenuti principali

Inaugura la mostra "Mito Alfa Romeo" al Museo della Tecnica di Sinsheim


Il Museo della Tecnica di Sinsheim (Germania) - che accoglie oltre un milione di visitatori l'anno - ospita una rassegna speciale con circa 40 prodotti emblematici della storia Alfa Romeo.
Auto da corsa leggendarie, veicoli di serie, prototipi unici e prodotti tecnici messi a disposizione da collezionisti privati e dal Museo Storico Alfa Romeo di Arese - La Macchina del Tempo.

Si svolgerà questo pomeriggio la cerimonia di inaugurazione di "Mito Alfa Romeo", una retrospettiva interamente dedicata alla storia della Casa milanese con la quale il Museo della Tecnica di Sinsheim ha scelto di aprire un nuovo padiglione espositivo da 3.000 metri quadrati, confermando la grande attenzione che il Nord Europa, e la Germania in particolare, nutrono per le "creazioni meccaniche" dell'Alfa Romeo e del suo straordinario patrimonio umano, tecnologico e sportivo. La mostra raccoglie circa 40 prodotti emblematici del marchio italiano fondato nel 1910 e divenuto uno delle più celebri espressioni del Made in Italy nel mondo. Gli oggetti esposti provengono dal Museo Storico Alfa Romeo di Arese - La Macchina del Tempo e da collezioni private - nel corso dei 12 mesi di durata complessiva della mostra - alcuni di essi saranno ciclicamente sostituiti con altri cimeli di grande valore storico.
Al debutto della rassegna è presente una importante selezione di pezzi appartenenti alla collezione di FCA Heritage - il Dipartimento che tutela e promuove la storia dei marchi italiani del Gruppo FCA - e provenienti dal Museo Storico Alfa Romeo: leggendarie auto da corsa, come l'Alfa Romeo SE048SP o l'Alfa Romeo 1900 C2 soprannominata "Disco Volante", ma anche magnifici esempi del miglior design italiano, come l'Alfa Romeo 6C 2500 Super Sport carrozzata da Touring. Al loro fianco anche contenuti tecnici, quali un motore di Formula 1 o l'innovativo sistema di trazione integrale Q4 adottato sull'Alfa Romeo 156. Naturalmente, l'intero padiglione "racconta" la storia ed il design Alfa Romeo, inclusa l'evoluzione del logo nel corso dei primi 109 anni di vita del brand. Una rassegna straordinaria quindi, che ha trovato la sua location ideale nel Museo della Tecnica di Sinsheim: situato in prossimità di Mannheim ed aperto nel 1981, il museo ospita una delle collezioni più grandi in Europa di automobili, aerei e veicoli di ogni tipo e ogni anno supera il milione di visite.

Alfa Romeo 6C 2500 Super Sport (1947)
Nata nel 1939 insieme alle altre versioni della 6C 2500, anche la top di gamma Super Sport avrà la carriera bruscamente interrotta dallo scoppio della Seconda guerra mondiale e vivrà una seconda giovinezza nell'immediato dopoguerra.
Fino al 1946 la Super Sport è venduta esclusivamente come autotelaio, lasciando l'onere delle carrozzeria alla clientela, anche se non mancano le versioni "standard" di alcuni carrozzieri storicamente vicini alla Casa. Alla ripresa delle attività dopo il conflitto mondiale, al contrario, nei listini ufficiali fa la sua comparsa una carrozzeria disegnata e prodotta dalla Touring: sebbene ancora legata alle realizzazioni di fine anni Trenta, l'evoluzione stilistica è continua e costante, fino a donare alla vettura, all'alba degli anni Cinquanta, una fisionomia completamente diversa. Elevatissimo e costante è invece il livello qualitativo, con lavorazioni all'avanguardia e materiali di prim'ordine.
Il sei cilindri da 2.500 centimetri cubici della vettura sviluppa una potenza di 105 CV (81 kW) grazie alla presenza di tre carburatori.

Alfa Romeo 1900 C2 "Disco Volante" (1952)
Nel 1952, dopo l'abbandono della Formula 1, Alfa Romeo analizza diverse possibilità per il suo futuro impegno nello sport competitivo. Il responsabile dello sviluppo, Orazio Satta Puliga, e i tecnici della progettazione studiano il potenziale della Alfa Romeo 1900 per ricavarne una vettura da competizione da far concorrere in categoria Sport, assecondando anche le richieste di Max Hoffman, importatore californiano del marchio, che chiedeva all'Alfa Romeo una barchetta adatta alle gare d'oltreoceano. Modificano il motore con un blocco in lega leggera e una cilindrata aumentata a due litri. La potenza sale così a 116 kW (158 CV) per una velocità massima di oltre 220 km/h. Come struttura portante viene utilizzato un telaio in tubi d'acciaio a traliccio mentre la carrozzeria viene realizzata dalla Carrozzeria Touring in alluminio con struttura Superleggera. Nel 1952 vengono costruite dapprima tre spider a due posti che pesano in assetto di marcia soli 824 chilogrammi. Per via del suo stile futuristico il modello viene soprannominato "Disco volante".
L'esemplare esposto è l'unico dei telai con carrozzeria coupé.

Alfa Romeo SE048 SP (1989) e motore V1035 (1990)
Nel 1989 Alfa Romeo prepara il suo ingresso nel campionato del mondo sport-prototipi (World Sportscar Championship) avvalendosi della collaborazione di Abarth che, nella massima segretezza, sviluppa un prototipo in base al regolamento del cosiddetto Gruppo C. Il telaio è realizzato in fibra di carbonio, la carrozzeria in un materiale composito di fibra di carbonio e Kevlar. Le prove vengono effettuate con diversi motori, tra cui un motore aspirato V10 da 3,5 litri di cilindrata (codice V1035) che Alfa Romeo aveva sviluppato originariamente nel 1986 per il team Ligier di Formula 1. La vettura viene battezzata SE048 SP - seguendo la tipica nomenclatura Abarth - ma non viene mai utilizzata in gara avendo Alfa Romeo disdetto il proprio impegno nel campionato del mondo sport-prototipi anche a causa dello scarso interesse della FIA. Nel frattempo, il telaio viene equipaggiato con un propulsore V12 di origine Ferrari.

Sistema di trazione Alfa Romeo 156 Crosswagon Q4 (2004)
Nel 2004 Alfa Romeo assegna la sigla "Q4" alla sua tecnologia di trazione integrale permanente, con distribuzione variabile della potenza tramite differenziale centrale a tecnologia Torsen. Il sistema di trazione Q4 viene utilizzato nella Alfa Romeo 156 Crosswagon, una variante della Sportwagon alta 6,5 centimetri in più. In questo modello il sistema di trazione Q4 realizza, in regime normale, una maggiore distribuzione della potenza sull'asse posteriore: in accelerazione, fino all'80% della coppia è trasferita alle ruote posteriori. Un vantaggio del sistema Q4 è la compatibilità con i sistemi di sicurezza elettronici, tra cui il sistema antislittamento (ASR) e il controllo della stabilità (denominato VDC dal marchio Alfa Romeo).
Il modello "sezionato" in esposizione in Germania, azionato da motori elettrici e con luci a spiegare il funzionamento della meccanica, è stato realizzato per la campagna di lancio.

Modello Alfa Romeo 155 V6 TI (1992) per la galleria del vento
Con l'Alfa Romeo 155 V6 TI il marchio italiano partecipa con successo negli anni Novanta al Campionato Tedesco Turismo (DTM) e alla successiva serie di gare del campionato ITC. L'esordio della vettura in pista avviene nel 1993, quando l'Alfa Romeo vince il campionato DTM contro la forte concorrenza tedesca e il pilota Nicola Larini si aggiudica la classifica dei piloti. L'Alfa Romeo 155 V6 TI ha un motore V6 aspirato a benzina con 2,5 litri di cilindrata, che eroga nel 1993 circa 309 kW (420 CV). Il modello esposto - che riproduce la vettura in scala 1:4 - è stato utilizzato nella galleria del vento per le prove aerodinamiche.

Commenti

Post popolari in questo blog

La produzione della Fiat 500 ibrida in Polonia è terminata. La 500 elettrica e ibrida saranno prodotte a Torino

Il progetto di portare la produzione della Fiat 500 ibrida in Italia, nello stabilimento di Mirafiori, non è stato abbandonato: «Posso confermare che ci stiamo lavorando ed è un tema a cui io personalmente tengo molto — dichiara al Corriere della Sera Olivier François, Ceo di Fiat —. La questione non è chiusa: la produzione della Fiat 500 ibrida in Polonia è terminata e ci stiamo impegnando per poter costruire una nuova 500 ibrida a Torino insieme alla variante 100% elettrica». «C’è un investimento significativo da fare perché la piattaforma della 500 elettrica per poter accogliere un motore a benzina necessita di modifiche importanti. Si può fare, ma ci vuole tempo: l’inizio della produzione a Torino potrebbe non avvenire prima del 2026», continua Francois. «La base su cui è costruita la 500 elettrica ci è costata 600 milioni di euro, ma sfruttarla anche per la variante a benzina mild hybrid ci permetterebbe di continuare ad avere alti volumi per questo modello e vedere crescere la pr

Alfa Romeo JUNIOR Hybrid 48V VGT 136CV

Alfa Romeo Junior Ibrida propone un’architettura 48v Hybrid VGT (Variable Geometry Turbo) da 136 CV. L’unità termica adotta il motopropulsore 3 cilindri da 1,2 litri a ciclo Miller con turbo a geometria variabile e catena di distribuzione per la massima affidabilità. La componente elettrica è composta da una batteria agli ioni di litio da 48 volt e un motore elettrico da 21 kW integrato nell’ innovativo cambio a doppia frizione e 6 rapporti che opera insieme all’ inverter e la centralina della trasmissione per garantire la massima efficienza. Junior Ibrida, quini, offre un’esperienza di guida estremamente fluida e consente di procedere in modalità elettrica per oltre il 50% in città; garantisce guida in elettrico non solo nelle manovre di parcheggio o a basse velocità cittadine ma anche su percorsi extraurbani, in condizioni di basso carico fino a 150 km orari. Nella versione elettrica di Junior, invece, Alfa Romeo sceglie un sistema di propulsione di nuova generazione, che unisce un m

Le nuove Alfa Romeo Stelvio e Giulia sono disegnate a Torino e saranno prodotte a Cassino

Il CEO di Alfa Romeo Jean Philippe Imparato ha fornito alcune informazioni sulle nuove Alfa Romeo Stelvio e Giulia. Il manager ha detto che queste due auto saranno interamente italiane. Infatti saranno disegnate a Torino dal Centro Stile di Alfa Romeo e prodotte a Cassino. Jean Philippe Imparato ha dichiarato: “Sono estremamente fiducioso che le nuove Alfa Romeo Stelvio e Giulia porteranno un grande impulso alla nostra gamma di prodotti. Non dovremo attendere a lungo, poiché la nuova Stelvio sarà presentata già nella seconda metà dell’anno prossimo, mentre la nuova Giulia arriverà nella primavera del 2026. Quest’ultima è un capolavoro di bellezza e promette di offrire prestazioni e esperienza di guida di alto livello. Le nostre nuove generazioni di vetture saranno caratterizzate da una qualità eccezionale e tecnologie all’avanguardia, perché in Alfa Romeo lavoriamo con una passione straordinaria”. L’italianità del futuro SUV e della berlina sportiva, entrambi disegnati a Torino e prodo

Caratteristiche del motore ibrido di Fiat 600

Il motore ibrido che equipaggia la Nuova Fiat 600 Hybrid è la massima espressione della tecnologia e assicura comfort e prestazioni. Grazie a questa tecnologia avanzata, la Nuova 600 Hybrid offre un’esperienza di guida estremamente fluida e consente ai clienti di vivere anche la mobilità elettrica, non solo quando si viaggia in città a una velocità inferiore a 30 km/h, ma anche su strade urbane ed extraurbane, perfino in autostrada quando il conducente rilascia il pedale dell'acceleratore in condizioni stabili o in discesa. Tecnologia anche nell’accensione del motore che, grazie al supporto di un motore elettrico BSG, avviene in modalità silenziosa e permette una transizione fluida tra il motore a combustione interna e il motore elettrico. Il segreto delle prestazioni sta nella sinergia tra il motore termico a 3 cilindri da 1.2 litri in grado di erogare fino a 100 CV, la batteria agli ioni di litio da 48 Volt e il nuovo cambio automatico a doppia frizione a 6 rapporti che comprende

Una canzone originale inedita riscoperta de La Dolce Vita accompagna il nuovo spot “The Driver” con protagonisti Leonardo DiCaprio e la Nuova 500

Va in onda il  nuovo spot “The Driver” con l'impegnato attivista ambientale e premio Oscar Leonardo DiCaprio e la Nuova 500. La colonna sonora include un brano originale riportato alla luce, registrato per "La Dolce Vita" di Federico Fellini e trovato nell'archivio della CAM Sugar.   FIAT presenta “The Driver”, il nuovo spot della Nuova 500 diretto dal pluripremiato regista Martin Werner. Uno spot dal sapore Holliwoodiano che riporta in vita un pezzo originale degli anni ’60: “La dolce vita (Original Vocal Version)”, un brano del capolavoro premio Oscar di Federico Fellini.   Le immagini dello spot sono, infatti, accompagnate dal brano scritto dal paroliere Dino Verde - nell’anno in cui ricorre il Centenario dalla sua nascita - e interpretato dalla cantante e attrice Katyna Ranieri. Più volte nella canzone si sente l’espressione “dolce strada”, una suggestione che fa presagire il legame con “La Dolce Vita” di Federico Fellini. La melodia è stata riscoperta da FIAT nel

Nuova Quadrifoglio Super Sport: la serie speciale limitata, tributo alla 1° vittoria alla Mille Miglia

Alfa Romeo presenta nuova Giulia e Stelvio quadrifoglio Super Sport, edizione speciale e limitata a 275 unità per Giulia e 175 per Stelvio, commercializzata a livello globale. La serie speciale limitata porge tributo alla storia sportiva del marchio celebrando la prima vittoria firmata Alfa Romeo alla Mille Miglia nel 1928. Protagonista di quella leggendaria impresa fu la 6C 1500 Super Sport. In occasione di questa serie speciale il centro stile Alfa Romeo ha lavorato ad un audace reinterpretazione celebrativa del logo Quadrifoglio che, per la prima volta in oltre 100 anni di storia, si veste di nero. Gli interni sono devoti alla sportività e debutta il nuovo carbonio 3D con finitura rossa. Sui poggiatesta anteriori il ricamo rosso del logo e nero della numerazione certificano l’esclusiva produzione limitata. Massima espressione di raffinatezza tecnica e tecnologia: motore 2.9 V6 con 520 CV e differenziale autobloccante meccanico per un’esperienza di guida unica. Unica e sempre focaliz

NUOVA LANCIA YPSILON. 1 AUTO, 4 STORIE

NUOVA LANCIA YPSILON. 1 AUTO, 4 STORIE. Evento fissato per il 27 Maggio per scoprire la Nuova Lancia Ypsilon, la prima vettura della nuova era del marchio.

Stellantis offrirà varianti termiche per ciascun modello elettrico

Stellantis offrirà varianti termiche per ciascun modello elettrico, ovunque ci sia una specifica domanda da parte dei consumatori. Il gruppo ha in programma di commercializzare innanzitutto modelli a batteria e di lanciare in un secondo momento le versioni con motori tradizionali. A patto, però, che ci siano precise richieste di mercato.   Una strategia resa possibile dalla decisione di utilizzare architetture in grado di ospitare tutte le tipologie di motori. La maggior parte dei prodotti sono veicoli endotermici o destinati a utilizzare le piattaforme multi-energia di cui dispone il gruppo. Questa è una delle grandi opportunità che offre il gruppo rispetto ai concorrenti. L'obiettivo è mettere il gruppo in una posizione in cui da un lato possa mostrare al mercato che sanno offrire modelli elettrici, e che il gruppo ha la flessibilità necessaria per andare e crescere dove si trova la domanda offrendo anche motori termici.

Arriva negli showroom italiani la nuova Fiat 600 Hybrid

Nei giorni 18 e 19 maggio si svolgerà il Porte Aperte dedicato alla nuova 600 Hybrid, la versione ibrida del modello che segna il ritorno del Brand nel segmento B, da sempre presieduto con successo da FIAT. La tecnologia ibrida garantisce consumi ridotti, emissioni di CO2 inferiori fino al 15% rispetto a un motore termico con cambio automatico e una migliore dinamica del veicolo. Il motore termico da 1.2 litri eroga fino a 100 CV ed è abbinato alla batteria agli ioni di litio da 48 Volt e al nuovo cambio automatico a doppia frizione a 6 rapporti, che comprende il Motore elettrico da 21-kW, un inverter e l’unità centrale di trasmissione, assicurando fluidità di marcia e compattezza. La nuova 600 Hybrid può ospitare comodamente 5 persone e ha 15 litri di vani interni, con il vano portaoggetti anteriore migliore della categoria e un bagagliaio con 385 litri di capacità. Iconica all’esterno, Dolce Vita all’interno: la nuova Fiat 600 Hybrid esprime perfettamente la bellezza e lo stile di vi

Lancia apre il primo showroom olandese a Zwolle, la nuova Ypsilon per la prima volta in patria

Lancia torna nei Paesi Bassi e apre la sua prima filiale Il concessionario Stellantis Broekhuis di Zwolle nominato showroom ufficiale Lancia Broekhuis Zwolle è la prima Stellantis House: sono presenti tutti i marchi Stellantis Netherlands Un totale di 6 showroom Lancia nei Paesi Bassi Qualità senza compromessi e soddisfazione del cliente con la nuova identità aziendale e il programma Lancia Certified Debutta all'Olanda la nuova Lancia Ypsilon: prenotabile subito a partire da 29.700 euro   Il ritorno di Lancia sul mercato olandese è un dato di fatto. La casa automobilistica 'Broekhuis Zwolle' ha aperto i battenti come il primo showroom ufficiale Lancia nei Paesi Bassi. Ciò rende Broekhuis anche la prima Stellantis House olandese: tutti i marchi Stellantis Netherlands sono rappresentati lì. Alla festosa apertura non era presente solo la stampa. L'inaugurazione è stata festeggiata anche insieme ai potenziali clienti e al Lancia Club Nederland. Ciliegina sulla torta è stato