Santo Ficili, Country Manager di Stellantis in Italia, annuncia la nuova organizzazione del mercato



Nell’ambito della nuova struttura globale di Stellantis, Santo Ficili, Country Manager di Stellantis in Italia, ha annunciato oggi l’organizzazione del mercato.


 


“Ci attendono – commenta Santo Ficili - tante sfide e responsabilità impegnative: per questo abbiamo riunito grandi professionisti in una squadra compatta, capace di sintetizzare ed esprimere al meglio sul mercato italiano i valori di un Gruppo globale. Abbiamo in mente un modello capace di affrontare il business con grande slancio, forti della nostra leadership sul mercato, ma senza soffermarci soltanto sul presente: dovremo tutti essere capaci di anticipare gli scenari e di proiettarci costantemente nel futuro del mercato dell’auto, mai come in questi tempi in continua evoluzione. Abbiamo i modelli, la visione e le competenze per continuare a raggiungere grandi risultati, e ci siamo dotati della migliore struttura per rispondere alle esigenze di ogni cliente. Questa nuova squadra di professionisti metterà a disposizione quotidianamente le proprie competenze al fianco dei concessionari Stellantis in Italia”.


 


I marchi e le funzioni


L’organizzazione prevede country manager con responsabilità sui brand:


Marco Antonini (Citroen)

Eligio Catarinella (Fiat e Abarth)

Fabio Mazzeo (Opel)

Salvatore Internullo (Peugeot)

Alessandro Grosso (Jeep®)

Raffaele Russo (Alfa Romeo e Lancia)

Eugenio Franzetti (DS)

 


Per quanto riguarda le funzioni:


Rubina Rovere (Parts & Services)

Gianluca Zampese (LCV)

Giuseppe Di Mauro (B2B)

Simonetta Cerruti (Used Vehicles)

Emiliano Franchetto e Alessandro Musumeci (Car Flow)

Marco Icardi (Network Development e Training)

Alessandra Mariani (Customer Experience)

Daniele De Leonardis (Customer Management Officer)

Federico Scopelliti e Andrea Ciucci (STM Synergies & Transformation)

Claudio D'Amico (Pubblic Relations e Communication)

Commenti

Posta un commento

Facebook - Instagram - Google News - YouTube Matteo Volpe