CITROËN ARRICCHISCE L’ESPERIENZA ELETTRICA DEI SUOI CLIENTI PRIVATI E PROFESSIONISTI SU Ë-C4 E SUV C5 AIRCROSS HYBRID PLUG-IN


Ben consapevole delle sfide della transizione verso l’elettrificazione, Citroën sviluppa costantemente i suoi prodotti e servizi per adattarli al meglio alle esigenze dei clienti e aiutarli ad utilizzare i veicoli elettrici in modo più sereno ed efficiente.

Dal mese di ottobre, le ë-C4 beneficiano di evoluzioni tecnologiche che aumentano a 357 km l'autonomia omologata nel ciclo WLTP e migliorano l'autonomia nell'uso reale di quasi 30 km in base alle condizioni di utilizzo. Con il sistema «Plug-in-Reminder», dal mese di ottobre, Citroën aiuta i suoi clienti di SUV C5 Aircross Hybrid Plug-In in Francia e nel Regno Unito a ridurre il consumo di carburante e l'impatto ambientale. Mediante notifiche visualizzate sullo schermo del veicolo, i clienti sono invitati ad effettuare una ricarica nel caso in cui il computer di bordo rilevi una possibile ottimizzazione del consumo di carburante in base al numero di viaggi e di ricariche effettuate. Questo sistema sarà esteso all'Europa all'inizio del 2022 e sarà disponibile su C5 X. Con il «PHEV Connect», Citroën aiuta i fleet managers a gestire le loro flotte di veicoli ibridi plug-in e ottimizzarne i costi. «PHEV Connect» è stato implementato in Europa da marzo 2021 e copre già oltre 7.400 veicoli.

 


Ë-C4 AUMENTA LA SUA AUTONOMIA GRAZIE ALLE EVOLUZIONI TECNOLOGICHE


Al momento del lancio, ë-C4 offriva già un’eccellente autonomia grazie a una serie di scelte tecnologiche applicate al progetto, tra cui l'integrazione di pneumatici di classe «A+», che riducono la resistenza al rotolamento e aumentano l'efficienza. Dal mese di ottobre, ë-C4 compie ulteriori progressi adottando evoluzioni tecnologiche che aumentano la sua autonomia. Si tratta di un miglioramento nell’ambito dei cicli WLTP, con un’autonomia omologata aumentata di 7Km, che passa a 357Km. Ma è soprattutto nell'uso reale che ë-C4 migliora l’autonomia, che può aumentare di quasi 30 km in base alle condizioni di utilizzo (temperatura esterna, tipo di strada, stile di guida, ecc.). Questi sviluppi forniscono quindi maggiore versatilità e tranquillità per gli spostamenti quotidiani e per i lunghi viaggi.


Il motore elettrico da 100kW (136 CV) e la batteria da 50 kWh, che equipaggiano i veicoli della piattaforma e-CMP, rimangono invariati, ma numerose evoluzioni ottimizzano le loro prestazioni:


L’aggiunta di un nuovo sensore di umidità abbinato a una nuova taratura della pompa di calore permette di ottimizzare la gestione del riscaldamento e della climatizzazione, risparmiando così la carica della batteria;

Anche il sistema di trasmissione è stato perfezionato con una variazione del rapporto del riduttore del cambio che ottimizza l’autonomia di guida.

La motorizzazione elettrica di C4 sta rapidamente riscuotendo un grande successo in Europa e nel mese di ottobre ë-C4 rappresenta già il 32,5% del mix elettrico/termico.


 


CITROËN AIUTA I SUOI CLIENTI B2C E B2B A OTTIMIZZARE L’UTILIZZO DEL LORO SUV C5 AIRCROSS HYBRID PLUG-IN


L'ambizione di Citroën è di innovare costantemente per offrire prodotti e servizi che facilitino l'accesso alla mobilità e consentano un'esperienza globale più serena. Questa filosofia si applica anche all'elettrificazione della gamma. Per aiutare i suoi clienti B2C e B2B a ottimizzare l'uso della tecnologia ibrida plug-in sfruttandone tutto il comfort, Citroën adotta soluzioni come il “Plug-in-Reminder” e il “PHEV Connect”.


 


PLUG IN REMINDER:


Dal mese di ottobre, in Francia e nel Regno Unito, i clienti di C5 Aircross Hybrid ricevono degli avvisi, a bordo del loro veicolo, se quest’ultimo non viene ricaricato regolarmente. Questa nuova funzionalità fa parte di un aggiornamento automatico "Over The Air" del software del veicolo e non richiede che i clienti si rechino da un concessionario Citroën. Questo sistema è progettato per aiutare i clienti a ottimizzare le prestazioni dei loro modelli ibridi plug-in e a ridurre ulteriormente l'impatto sull'ambiente. In effetti, i nostri studi sull'utilizzo del motore ibrido plug-in da parte dei clienti sono incoraggianti. I dati attuali mostrano che il 55% dei tragitti inferiori a 40 km sono percorsi unicamente in modalità elettrica e che il 52% dei clienti ricarica già il proprio veicolo una o due volte ogni 100 km. L'idea è di aumentare la frequenza di ricarica per trarre il massimo vantaggio da una soluzione ibrida plug-in.


SUV Citroën C5 Aircross Hybrid Plug-In è equipaggiato con una batteria da 13,2 kWh che gli conferisce un'autonomia elettrica senza emissioni di 55 km (WLTP). Il sistema funziona sulla base del computer di bordo, che analizza i percorsi, lo stato di carica della batteria e il numero di ricariche effettuate. Le notifiche sono visualizzate sotto forma di messaggi sul touchscreen del veicolo. Inizialmente, dopo cinque giorni di utilizzo del veicolo e dieci viaggi senza che il veicolo sia stato ricaricato, il software visualizzerà una notifica al giorno sul touchscreen. Se il veicolo non è stato ricaricato dopo 30 giorni di utilizzo, la notifica sarà visualizzata due volte al giorno mentre il veicolo è in uso.


Questo dispositivo sarà introdotto in altri Paesi all'inizio del 2022 e apparirà anche sul prossimo modello di punta della Marca, Nuova Citroën C5 X Hybrid Plug-in.


 


PHEV CONNECT:


“PHEV Connect” è un nuovo servizio connesso rivolto ai gestori delle flotte di veicoli ibridi plug-in per accompagnarli nella transizione energetica, aiutandoli a ridurre il costo e le emissioni di CO2 della loro flotta. Il sistema utilizza la tecnologia del servizio di connessione Citroën Connect Box per trasmettere i dati sul veicolo.


“PHEV Connect” fornisce ai fleet managers informazioni precise sull'uso dei veicoli della loro flotta e permette loro di intraprendere azioni per influenzare il comportamento dei conducenti. I gestori di flotte dispongono di un cruscotto sulla piattaforma di gestione “PHEV Connect”, che fornisce le seguenti informazioni sulla flotta:


Percentuale di utilizzo della flotta in modalità elettrica e ibrida

Frequenza di ricarica

Consumo di carburante e collegamento alle stazioni di ricarica per l’intera flotta e per singolo veicolo

Potenziali guadagni generati da un migliore comportamento di guida o da un maggiore tasso di connessione ai terminali di ricarica.

Queste informazioni aiutano i gestori delle flotte a migliorare il loro costo d’uso (TCO - Total Cost of Ownership) dando consigli personalizzati ai loro utenti per massimizzare l'uso della modalità elettrica, ricaricare i veicoli più spesso e adattare il loro stile di guida. Questo cruscotto aiuta anche il gestore della flotta a proporre un'offerta di mobilità in linea con l'uso di veicoli ibridi.


“PHEV Connect” è già stato adottato in Europa dal mese di marzo 2021 su oltre 7.400 veicoli.

Commenti

Post popolari in questo blog

Nel 2023 arriverà la nuova Fiat 600. Nel 2024 la nuova Abarth 600

Nuove anticipazioni sulla Nuova Lancia Ypsilon 2024!

TUTTE LE ANTICIPAZIONI SUL NUOVO DESIGN LANCIA CHE VEDREMO SULLE NUOVE YPSILON, DELTA E D-CROSSOVER

Imparato “L'elettricità è efficienza. Così aereo. La berlina è più aerodinamica. Per me, l'industria tornerà a questo tipo di auto. Quindi sì, ci sarà una futura Giulia”.

Fiat conferma il nuovo pick-up medio per il 2023

Paesi in cui è tornato l'ufficio stampa Lancia

Ho provato l'Alfa Romeo Tonale Hybrid 130cv

Tutte le novità Fiat, Lancia, Alfa Romeo e Abarth in programma