Passa ai contenuti principali

PRONTO PER L’AVVENTURA, CITROËN MY AMI BUGGY CONCEPT INCARNA LA VISIONE DI AMI PER IL TEMPO LIBERO



Citroën My Ami Buggy Concept esprime la visione di una Ami dedicata al tempo libero, per vivere viaggi divertenti con un oggetto di mobilità 100% elettrico all’insegna dell’avventura.

My Ami Buggy Concept si caratterizza per numerosi elementi stilistici che affermano la sua personalità avventurosa, intrepida e simpatica e nello stesso tempo dall’aspetto robusto e dinamico, e integra vari accessori ed elementi grafici in un abitacolo senza portiere.

Questo concept esprime senza riserve lo stile Citroën, che trae ispirazione da universi non automobilistici come i giochi di costruzioni, il design industriale o la moda. My Ami Buggy Concept rivendica uno stile audace, ma rimane totalmente ancorato alla vita reale: al contempo giocoso e funzionale, estetico ed ergonomico, pratico ed ecologico, al servizio della micro-mobilità per il tempo libero.

My Ami Buggy è una concept car dallo stile allegro, che ogni bambino dai 14 ai 77 anni vorrebbe mettere nella sua lista dei regali di Natale.


Citroën My Ami Buggy Concept è un'illustrazione libera e piena di carattere di un oggetto immaginato per vivere il tempo libero in modo nuovo. È l'espressione di un oggetto pensato per l’avventura, dallo stile estroverso, colorato e muscoloso, che si sforza di rimanere molto semplice e funzionale. Le equipe di Citroën hanno ideato questa Ami totalmente indomita, pensando a tutti coloro che sono alla ricerca di un oggetto con una forte personalità, elettrico, facile da usare e con un carattere incredibile. 


Citroën My Ami Buggy Concept è un invito per tutti gli amanti dell’indipendenza a vivere i propri spostamenti all’insegna dell’avventura, sulle strade oppure sui sentieri lungo le spiagge. My Ami Buggy Concept rappresenta un oggetto ricreativo per i fine-settimana, le vacanze al mare o in mezzo alla natura e che conquisterà gli utilizzatori per la sua praticità. Un modello che, grazie alla sua trazione elettrica, si muove senza rumore e senza emissioni, offrendo il piacere della guida elettrica esaltato dall'assenza di porte, per viaggiare totalmente immersi nell’ambiente e inondati di luce grazie al suo tetto panoramico.


«My Ami Buggy Concept è una proposta in linea con la filosofia di Ami che non è un'automobile. Abbiamo quindi cercato ispirazione nel mondo dei giochi delle costruzioni per l’aspetto divertente e funzionale, nel design industriale per l'ergonomia e l'estetica che contraddistingue gli oggetti di uso quotidiano (mobili, illuminazione, ecc.), negli accessori di moda (sneakers, attrezzature sportive, occhiali, ecc.). Ad esempio, i supporti per telecamera e smartphone con le loro forme semplici si sono ispirati al lavoro dei designer che hanno creato oggetti di consumo essenziali e senza tempo nella seconda metà del secolo scorso. My Ami Buggy Concept vuole essere minimalista, funzionale, semplice, nello spirito più puro degli oggetti industriali emblematici e contemporanei.»  


Samuel Pericles, Designer di My Ami Buggy


 


DESIGN: AMI INTERPRETA L’AVVENTURIERO DISINIBITO


UNO STILE ESTERNO DECISAMENTE ROBUSTO


Ben poggiato sulle grandi ruote scolpite, My Ami Buggy ha un carattere decisamente avventuroso, evidenziato nella parte anteriore e posteriore dai suoi bull-bar, i coprimozzi e le griglie dei fari, i paraurti e le mascherine con al centro gli chevron. Ai lati, i passaruota allargati e rilavorati e le protezioni tubolari alla base delle porte conferiscono alla silhouette un aspetto più muscoloso. Nella parte superiore, le barre al tetto insieme alla ruota di scorta rafforzano lo spirito avventuroso di questo concept. Tutti questi elementi sono in un unico colore nero, dipinti direttamente nella massa.


La barra luminosa a LED sulla parte anteriore del tetto aggiunge un tocco «avventuroso» quando si guida di notte o nella nebbia. Una volta che il veicolo è fermo, tutto è pronto per un'atmosfera «da falò» creata dalla luce diffusa da questa barra e dal suono della playlist, trasmessa dall’altoparlante portatile.


Le porte sono state rimosse e sostituite da teli trasparenti impermeabili utilizzabili in caso di maltempo, un richiamo alla Méhari. Questi sono dotati di chiusure lampo per chiudere l’abitacolo e con apertura della parte superiore che evoca le porte vetrate dei veicoli classici. Queste pratiche protezioni possono essere rimosse, arrotolate e riposte dietro i sedili in apposite custodie.


Un tettuccio sporgente è stato montato sopra il parabrezza, in continuità con il tetto, per fornire una protezione contro i capricci del tempo. Fa ombra in estate, schermando i raggi del sole di mezzogiorno.


I grandi pneumatici tassellati e i loro cerchi scampanati color oro opaco forniscono una buona aderenza su tutti i tipi di strada e una maggiore stabilità, valorizzando lo stile generale.  


Anche se si tratta di una libera espressione, i designers si sono assicurati che il concept fosse realistico e efficace. Il fissaggio di alcuni elementi ha rappresentato una vera sfida per i tecnici, che a volte hanno dovuto agganciarli direttamente al telaio tubolare in modo che fossero saldamente tenuti in posizione. Questo vale in particolare per i bull-bar e la ruota di scorta sul tetto.


 


UNO STILE SOTTOLINEATO DA COLORI E MATERIALI


My Ami Buggy Concept è fatto di tre colori in totale: nero, kaki e giallo. Il nero, ispirato alle attrezzature da campeggio, rafforza il carattere funzionale e robusto del veicolo. Le diverse tonalità di nero - Anodised Black sui passaruota e sul tetto, Speckled Black testurizzato per un effetto martellato nella parte posteriore - si abbinano perfettamente ai colori Anodized Khaki e Citric Yellow, e conferiscono al veicolo un aspetto avventuroso, arricchito da dettagli raffinati.


My Ami Buggy Concept è rivestito da una carrozzeria bicolore che gli conferisce un aspetto attraente e dinamico: Anodized Khaki nella parte anteriore e Speckled Black nella parte posteriore, un gioco di simmetria che mira anche a distinguere chiaramente l'anteriore dal posteriore del veicolo.


La tonalità Anodized Khaki è un richiamo alla natura, mentre il nero, che evoca forza e modernità, cattura la luce e valorizza i colori a cui è associato. La scelta del nero è stata anche motivata dal desiderio di usare un colore scuro meno sporchevole.


Molti elementi chiave di My Ami Buggy Concept sono evidenziati da una tonalità Citric Yellow, come i sedili, il cavo di ricarica, la capsula grafica sulle porte, tutti i bagagli e molti accessori. Questo colore acido indica anche che gli oggetti evidenziati in questo modo hanno uno scopo funzionale.


 


L’ATTENZIONE PER I DETTAGLI


E per spingere ancora oltre la personalizzazione, ulteriori dettagli tecnici animano l'insieme.


Strisce e adesivi che riprendono il tema degli chevron, un elemento distintivo dello stile Citroën, si ripetono, con la stessa grafica, su vari elementi esterni ed interni per creare un ritmo che evoca la calandra della Traction, la consolle centrale della concept car 19_19, la parte inferiore del frontale di Ami One Concept e il design dei vani portaoggetti di Ami. Su My Ami Buggy Concept, sono visibili all'esterno sui copri-mozzo, sulle mascherine, sul tettuccio, sugli elementi di protezione laterali, sui supporti della barra luminosa, sulla parte inferiore del paraurti e sulla parte posteriore dei retrovisori; all'interno sui supporti degli accessori, sui vani portaoggetti e la plancia.


La scritta 'Pilot' appare sul tetto dal lato del conducente e 'Copilot' dal lato del passeggero, e con un rimando alle corse automobilistiche, il numero 01 appare sul sedile del conducente e 02 su quello del passeggero per indicare le loro rispettive posizioni.


Adesivi gialli a forma di freccia sotto lo spoiler mostrano la direzione del vento, un riferimento all'aviazione. Una decorazione simile si trova anche sopra ai passaruota.


Un badge "+" appare sulla fiancata sinistra, al livello del retrovisore lato guida, e fa riferimento al motore elettrico e ai poli della batteria, come sulle aree di parcheggio riservate ai veicoli elettrici.


 


PRATICO: FUNZIONALE ED ERGONOMICO


INTERNI RICCHI DI STILE, FUNZIONALI E PIU’ CONFORTEVOLI


Tre elementi dell’abitacolo di My Ami Buggy Concept sono state oggetto di un meticoloso lavoro di design: i sedili, i vani portaoggetti e i bagagli.


My Ami Buggy Concept presenta le nuove imbottiture dei sedili Advanced Comfort® la cui schiuma ha uno spessore che passa dai 35 mm di quella di Ami a 70 mm. L’utilizzo di una schiuma a memoria di forma ha reso i cuscini leggeri e morbidi. Si estraggono facilmente dal guscio, sono intercambiabili e lavabili. La loro confezione, che consiste nell’assemblaggio di due gusci uno sull'altro, si ispira al disegno di una boa, e crea un legame con il mondo degli accessori da spiaggia.


I vani portaoggetti sono pratici e portatili. Ognuno ha la sua funzione nell’abitacolo, ma può essere trasportato all’esterno per un pic-nic o una gita.


I vani portaoggetti sulla plancia, accessori già disponibili su My Ami, sono stati ridisegnati appositamente per My Ami Buggy Concept. Un profilo contenitivo in metallo dorato opaco è fissato sopra questi vani per evitare che gli oggetti possano spostarsi o cadere.


È stata creata una linea specifica di bagagli e ogni elemento si adatta perfettamente agli spazi interni del veicolo. Una piccola trousse con cerniera si attacca a un magnete al centro del volante, appositamente incavato per accoglierla, e può anche essere indossata in vita grazie al suo passante. Un borsone con chiusura con patta trova posto sotto la plancia, nel vano di stoccaggio che può alloggiare un trolley da cabina in Ami. È trattenuto alla base da una struttura tubolare per evitare che possa muoversi.


Un vano portaoggetti è inoltre incorporato nelle porte all'altezza dei sedili. Può contenere diversi tipi di oggetti oppure una grande borsa asportabile, appositamente progettata per adattarsi a questo spazio e apribile dall’interno. Funge da vano portaoggetti. Un divertente pulsante sblocca le porte, che si aprono in maniera antagonista, come su Ami.


Il cavo di ricarica è alloggiato all’interno del vano di apertura della porta del passeggero mediante un supporto a forma di maniglia che ne facilita la presa e l’utilizzo.


 


ACCESSORI ESTETICI E FUNZIONALI DALLA PROGETTAZIONE INEDITA


Gli accessori di My Ami Buggy Concept non sono solo un esercizio di stile. Dovevano avere una funzione reale. I designer si sono messi nei panni di un appassionato di attività ricreative e hanno immaginato oggetti funzionali che rendessero le escursioni a bordo di My Ami Buggy Concept pratiche e divertenti.


La progettazione delle parti interne ha voluto essere razionale per facilitare i movimenti a bordo, per cui l’utilizzo degli oggetti risulta molto intuitivo. Per esempio, la rotellina di serraggio usata per trattenere gli oggetti o effettuare le regolazioni è usata ripetutamente, in un intento di coerenza. Il suo design ne suggerisce istintivamente il funzionamento. Poiché i meccanismi di fissaggio di molti accessori sono progettati allo stesso modo, sono trasversali e possono essere staccati e riposizionati in diversi punti dell'abitacolo, come un gioco di costruzioni.


È il caso, per esempio, del supporto per il fissaggio di una telecamera o di una macchina fotografica, un elemento essenziale per immortalare e condividere i momenti salienti di un viaggio o i paesaggi che si attraversano... Dotato di una vite universale adatta ad accogliere tutti i tipi di dispositivi, può essere estratto grazie a un grilletto di sgancio incorporato al suo interno e può essere posizionato su quattro diversi punti di ancoraggio situati sui profili verticali delle porte del conducente e del passeggero.


I retrovisori esterni possono essere regolati mediante il giunto sferico integrato nel dispositivo di fissaggio e sono posizionati negli alloggiamenti previsti nei montanti delle porte. Sono anche rimovibili.


Il porta-bicchieri o portabottiglie trova posto sia sulla plancia, sia sul supporto che sostituisce il gancio portaborse di My Ami.


La clip per smartphone sviluppata per My Ami e ubicata a destra del posto di guida, su My Ami Buggy Concept diventa un supporto cilindrico che integra una ghiera di serraggio all'estremità destra dell'oggetto per tenere il telefono in posizione. Il supporto cilindrico può essere inciso con il nome e il cognome del proprietario, una personalizzazione che alcuni apprezzeranno sicuramente.


Un nuovo supporto conico è stato progettato per inserire l'altoparlante portatile nell’incavo arrotondato ricavato nella plancia dietro al volante.


Dall'idea alla realtà, il passo è breve con la stampa 3D. Ognuno di questi accessori è stato oggetto di una progettazione originale perché hanno la particolarità di essere stampati in 3D e possono quindi essere riprodotti su richiesta.


My Ami Buggy Concept è innanzitutto un invito a divertirsi e a soddisfare il proprio desiderio di libertà, di svago e di anticonformismo. Progetto ricco di stile, che molti vorrebbero mettere nella propria lista dei regali di Natale, My Ami Buggy Concept illustra uno dei tanti aspetti che potrebbe assumere Ami, l'oggetto di mobilità unico sviluppato da Citroën, pronto a esplorare nuovi territori.

Commenti

Post popolari in questo blog

Nuova gamma FIAT Panda/Pandina

Clicca: Nuova Fiat 500 ibrida 1.0 FireFly 70cv 12V La nuova gamma della Fiat Panda introduce importanti novità sul modello rendendolo conforme alle nuove normative sulla sicurezza. La nuova gamma Panda è ordinabile e nei prossimi giorni arriverà nelle concessionarie.  La nuova gamma mantiene un'offerta semplice, con la possibilità di scegliere tra l'allestimento base PANDA, con dotazione essenziale che si può arricchire con il Pack City e una versione top di gamma e full optional chiamata PANDINA, basata sulla precedente Cross, personalizzata con dettagli specifici e dotata di serie di tutti gli optional disponibili per il modello. Oltre alle nuove dotazioni di sicurezza, la dotazione della Panda viene aggiornata con sensori di parcheggio posteriori di serie su tutta la gamma, nuova strumentazione digitale con display da 7" a colori e schermate personalizzabili e il nuovo volante con comandi. Prezzi: - Panda Classic 15.900€ (di serie: sensori di parcheggio posteriori, stru

Nuova Fiat 500 ibrida 1.0 FireFly 70cv 12V

La Fiat 500 ibrida arriverà tra la fine del 2025 e l'inizio del 2026, come ha ufficializzato la Fiat. Si tratta della versione ibrida della 500e prodotta a Torino. Il motore scelto è lo stesso, ma aggiornato, delle Fiat Panda Hybrid e della 500 Hybrid prodotta in Polonia e appena uscita di produzione. Quattroruote ha ricevuto la conferma della presenza del tre cilindri 1.0 FireFly con cambio manuale da Olivier François, Ceo del marchio, e Francesco Morosini, Fiat & Abarth Head of Serial Life. Il motore tre cilindri N3 Firefly sarà prodotto a Termoli, mentre il cambio verrà realizzato a Mirafiori, dove nasce l'automatico eDct6. La nuova 500 ibrida monterà un 1.0 3 cilindri da 70cv e 95 Nm mild hybrid 12V abbinato a un cambio manuale a sei rapporti. La versione ibrida della 500e rimarrà in gamma almeno fino al 2029 e si baserà sulla piattaforma Stla City, nome utilizzato dalla Fiat per identificare la piattaforma della 500 elettrica, strettamente imparentata con quella della

Numerose novità per Fiat Pandina

La nuova gamma Fiat Panda/Pandina è ordinabile, e oltre alle novità già citate ( CLICCA QUI ), va segnalata anche l'introduzione della nuova chiave con telecomando, che oltre alla funzione blocco e sblocco portiere e bagagliaio, ha in più la possibilità di accendere le luci. Questa funzione permette, ad esempio, di individuare facilmente il proprio veicolo in un parcheggio buio. Dal telecomando è possibile accendere le luci di posizione e delle luci anabbaglianti, per una durata massima di 90 secondi. Luci di svolta, questa funzione si attiva con luci abbaglianti accese a una velocità in inferiore a 40km/h. In caso di ampi angoli di rotazione del volante o di accensione degli indicatori di direzione, si accende una spia integrata nel fendinebbia, riferita al lato di svolta che amplia l'angolo di visibilità notturna. Sempre per quanto riguarda l'illuminazione, Pandina è dotata di luci abbaglianti con sistema AHB, cioè un sistema che gestisce automaticamente le luci abbaglian

Fiat festeggerà i suoi 125 anni con la nuova Panda

La nuova Fiat Panda è più grande dell’attuale modello, una sorta di “Mega Panda”, il cui design è stato ispirato anche dal luogo di nascita del brand – l’iconico edificio del Lingotto a Torino con la sua celebre pista di prova sul tetto. I designer FIAT si sono ispirati ad alcune caratteristiche peculiari del Lingotto per creare il nuovo linguaggio stilistico: leggerezza strutturale, ottimizzazione degli spazi e luminosità. Ad esempio, la forma ovale de "La Pista 500" è ripresa negli interni: dalla plancia allo schermo e ai sedili. Inoltre, FIAT è attenta all'uso di materiali sostenibili come plastiche riciclate e tessuti di bambù e mira a rimuovere alcune barriere ad una mobilità più sostenibile, tra cui ad esempio rendere semplice l’utilizzo del cavo di ricarica grazie a un "sistema autoavvolgente". La posizione di guida rialzata e il design che ispira solidità rendono questa city car perfetta per i clienti di tutto il mondo, nel traffico urbano e allo stesso

Come funziona la tecnologia Mild Hybrid a benzina di Fiat Pandina e Fiat 500 ibrida

La Fiat Panda, la Fiat Pandina ( Clicca qui e scopri le numerose novità per FIAT Pandina ) e la nuova Fiat 500 ibrida, in arrivo tra la fine del 2025 e l'inizio del 2026 (Panda/Pandina sono prodotte a Pomiglianod’Arco - Napoli, mentre 500e e 500 ibrida è e saranno prodotte a Torino Mirafiori), sono e saranno dotate di tecnologia Mild Hybrid. Il propulsore Mild Hybrid a benzina, che raccoglie l’eredità del celebre motore Fire prodotto in più di 30 milioni di unità, prevede la configurazione da 1 litro a 3 cilindri ed eroga 70 CV (51,5 kW) di potenza massima a 6.000 giri/min e 92 Nm di coppia massima a 3.500 giri/min. La testata presenta 2 valvole per cilindro e un singolo albero a camme con variatore di fase continuo (la distribuzione è a catena); la struttura con camera di combustione compatta, i condotti di aspirazione “high-tumble” e la valvola EGR esterna consentono l’adozione di un rapporto di compressione particolarmente alto (12:1) che si traduce in un’efficienza termica elev

Con l'arrivo della nuova Fiat 500 ibrida a Termoli aumenterà la produzione di motori

Stellantis ha deciso di potenziare la produzione di componenti Ics nello stabilimento di Termoli (Campobasso), grazie alla decisione di sviluppare la nuova Fiat 500 ibrida (prodotta a Torino - Mirafiori) per l'avvio commerciale a fine 2025, inizio 2026 e di estendere la vita commerciale della Fiat Panda ibrida (prodotta a Pomigliano D'Arco - Napoli) fino al 2029. Lo precisa un portavoce delle gruppo. Stellantis ribadisce "l'importanza dello stabilimento di Termoli per la produzione di motori endotermici per i veicoli del gruppo, portando avanti la strategia di riduzione della CO2 e garantendo la transizione".

Restyling in arrivo per Fiat 500e. Al debutto con la nuova versione Hybrid

Tra la fine del 2025 e l'inizio del 2026, arriverà la versione ibrida della 500 elettrica prodotta a Torino. La versione ibrida della 500e rimarrà in gamma almeno fino al 2029 e si baserà sulla piattaforma Stla City, nome utilizzato dalla Fiat per identificare la piattaforma della 500 elettrica, strettamente imparentata con quella della 500 Hybrid prodotta fino a pochi giorni fa in Polonia, e dell'attuale Fiat Panda. Il telaio sarà aggiornato e verranno apportate modifiche tecniche importanti anche agli interni, che dovranno accogliere un nuovo comando per la trasmissione manuale. Ma le 500e e ibrida beneficeranno di tutte le modifiche estetiche e tecnologiche previste inizialmente per la 500e in occasione del facelift, atteso entro la fine del prossimo anno. Quindi il motore sarà il 1.0 tre cilindri da 70cv mild-hybrid 12V, abbinato al cambio manuale a sei rapporti.

Nuova nomina per Luca Napolitano

Luca Napolitano viene nominato Chief Sales & Marketing Officer, mantenendo la sua attuale responsabilità come CEO del brand Lancia. Luca sostituisce Thierry Koskas, che dopo aver gettato con successo le fondamenta della funzione di vendita e marketing globale, dedicherà ora la sua competenza nelle vendite e nel marketing all’espansione del brand Citroën. Luca porta la sua esperienza nel settore automobilistico e la competenza nelle vendite ai clienti flotte e privati, nella gestione dei concessionari e nello sviluppo della rete, qualità maturate durante gli incarichi svolti in diversi paesi in Europa, Medio Oriente e Africa.

LA NUOVA GAMMA FIAT PANDA PARTE DA 15.900€ CON ADAS E STRUMENTAZIONE DIGITALE DI SERIE

La nuova gamma della Fiat Panda introduce importanti novità sul modello rendendolo conforme alle nuove normative sulla sicurezza. La nuova gamma Panda è ordinabile e nei prossimi giorni arriverà nelle concessionarie.  La nuova gamma mantiene un'offerta semplice, con la possibilità di scegliere tra l'allestimento base PANDA, con dotazione essenziale che si può arricchire con il Pack City e una versione top di gamma e full optional chiamata PANDINA, basata sulla precedente Cross, personalizzata con dettagli specifici e dotata di serie di tutti gli optional disponibili per il modello. Oltre alle nuove dotazioni di sicurezza, la dotazione della Panda viene aggiornata con sensori di parcheggio posteriori di serie su tutta la gamma, nuova strumentazione digitale con display da 7" a colori e schermate personalizzabili e il nuovo volante con comandi. Prezzi: - Panda Classic 15.900€ (di serie: sensori di parcheggio posteriori, strumentazione digitale da 7", dispositivi ADAS, n

Fiat Panda e Fiat 500: Icone dell'Industria Automobilistica Italiana, prodotte a Pomigliano d'Arco e Torino

Le Fiat Panda e Fiat 500 sono tra le più celebri e rappresentative vetture prodotte in Italia. Simboli di innovazione, design e praticità, entrambe le auto hanno lasciato un segno indelebile nella storia dell'automobilismo italiano e internazionale. Questo articolo esplorerà le caratteristiche principali di queste due icone, la loro evoluzione nel tempo e il loro impatto sulla cultura automobilistica. Fiat Panda: La Compatta Versatile Origini e Evoluzione La Fiat Panda ha fatto il suo debutto nel 1980. Progettata da Giorgetto Giugiaro, la Panda era pensata come una vettura economica e funzionale, ideale per le esigenze quotidiane. La semplicità del design, combinata con la robustezza e la versatilità, l'ha resa immediatamente popolare. La Panda ha attraversato diverse generazioni: Prima Generazione (1980-2003): Caratterizzata da linee squadrate e soluzioni pratiche come i sedili completamente reclinabili e la plancia spartana, ha introdotto innovazioni come la versione 4x4, mol