Passa ai contenuti principali

Luca Napolitano: per Lancia puntiamo su mercato premium Ue. Ipotesi HF e Rally. Nel 2024 Ypsilon hatchback, poi crossover e Delta. Elettrico dal 2028



Per Lancia è prevista l'estensione della gamme, il ritorno in Europa, far tornare prestigioso e premium il marchio e si punta all'elettrico e sostenibilità con un piano finanziato e approvato, un manager e un centro stile dedicati. Sono previsti tre modelli, uno ogni due anni a partire dal 2024 con la nuova Ypsilon che rimarrà una classica hatchback ma più grande, poi nel 2026 un crossover sportback (CUV) e nel 2028 la nuova Delta (ispirata alle geometrie del modello anni '80), per riportare Lancia fra i brand premium europei, con l’ipotesi di una gamma HF e del ritorno ai Rally. A poche settimane dalla presentazione, il Ceo di Lancia, Luca Napolitano, racconta nuovi dettagli del piano di rilancio del brand, che punta a lanciare nuovi modelli solo elettrici dal 2026, per diventare full electric nel 2028 e a tornare all’estero con 100 concessionari in 60 città europee.

“Tavares è stato molto chiaro: Lancia deve tornare ad essere un brand credibile e rispettato nel mercato premium europeo. L’ambizione è enorme. La regola è fare un cosa per volta, e farla bene. In Stellantis non si fanno sconti se non si fanno profitti”, afferma Napolitano.

Lancia è nel cluster premium-lusso con Alfa Romeo, DS e Maserati, cui spetta il compito di moltiplicare per cinque i profitti e passare dal 4 all’11% dei ricavi. “Quando ho sentito parlare di cluster europeo per il gruppo, ho capito che era un piano solido e concreto”. Anche il capo designer di Stellantis, Jean-Pierre Ploué, ha un debole per Lancia e si è trasferito a Torino per seguire da vicino lo sviluppo dei nuovi modelli al centro stile di Mirafiori, la nuova casa del brand. “Le auto saranno disegnate e progettate in Italia”, spiega Napolitano.

Si parte nel 2024 con la nuova Ypsilon 100% elettrificata, che probabilmente utilizzerà la piattaforma Stla small. Sarà più grande, ma dentro i 4 metri, e avrà le forme di una hatchback, con la parte posteriore allungata. “Non è una sostituzione della Ypsilon di oggi, sarà una vettura molto diversa. Rappresenta il primo passo del rinascimento di Lancia. La macchina è quasi pronta. Nei clinic test, il design è stato definito futuristico e darà l’imprinting anche agli altri modelli”.

Naturale la scelta di partire dalla Ypsilon. “Partiamo dall’Italia e dal segmento B, perché è più sano iniziare dalle cose che sappiamo fare meglio. L’elettrico non ci spaventa, l’Ypsilon ibrida oggi rappresenta quasi il 90% delle vendite”, spiega il Ceo. Il successo commerciale di Ypsilon è una delle ragioni che hanno convinto Tavares a rilanciare il brand: l’unico modello rimasto della casa è da anni al vertice del mercato italiano (43.735 unità vendute nel 2021, +2%) e leader del segmento B. Da inizio anno, in scia anche all’edizione Alberta Ferretti, la quota di mercato è aumentata al 3,2% (+0,3%).

La produzione della nuova Ypsilon potrebbe essere trasferita a Saragozza in Spagna. Oggi viene prodotta a Tychy in Polonia, insieme alla 500 termica, in attesa dell’arrivo nel 2023 del crossover compatto Fiat. La 500 elettrica, invece, viene prodotta a Mirafiori, il polo per l’elettrificazione del gruppo.

A seguire nel 2026 ci sarà l’ammiraglia, che non avrà le forme classiche di modelli come Thema o Kappa, ma sarà un crossover sportback, o compact utility vehicle, solo elettrico di 4,6 metri di lunghezza. Potrebbe essere prodotto a Melfi sulla piattaforma Stla Medium, con batterie con autonomia fino a 700 km. Il nome scelto internamente era Aurelia, “ma è stato superato dall’evoluzione del progetto che paragonerei a una sportback crossover, un grosso cuv, per entrare nel segmento più rilevante in Europa. Per il nome guardiamo al passato, ci piace l’alfabeto greco, o un nome romano, sicuramente non sarà un numero”.

Nel 2028 invece arriverà la “Delta” electtrica, una due volumi compatta su piattaforma Stla Medium. “Tutti vogliamo la Delta. Sarà una vettura con linee geometriche, scolpite e muscolose, come ci chiedono gli appassionati”. Il nome Delta è legato a doppio filo con il marchio HF che potrebbe tornare in versione solo elettrica e declinato su tutti i modelli, come fanno i competitor premium. “Il progetto non è ancora stato approvato, ma ci stiamo lavorando. Su HF però non possiamo scherzare e fare una cosa a metà. Il progetto ci piace, interpreta l’agilità del brand e ci permetterebbe di allargare il segmento di mercato dei prodotti, migliorare il ciclo vita e la profittabilità”.

HF vuol dire anche motorsport e rally, dove Lancia è il marchio che ha vinto di più. Tavares è aperto al progetto: “Deciderà Napolitano”, ha detto a Roma al GP di Formula E. “C’è spazio per tornare nel motorsport e nei rally. Ma le aspettative sono enormi e il progetto deve avere un programma di marketing interessante. Se faremo bene i compiti, torno da Tavares e glielo chiedo”.

Sul ritorno in Europa di Lancia il piano del Ceo Napolitano prevede 100 concessionari in 60 città, con una forte spinta sul digitale: oltre il 50% delle vendite saranno generate online. I primi paesi ad ospitare il brand dovrebbero essere Germania, Francia, Belgio, Olanda e Austria. “A breve definiremo i country manager. Con Jean-Philippe Imparato (Alfa Romeo) e Beatrice Foucher (DS), abbiamo incontrato le associazioni dei concessionari. Siamo soddisfatti, l’interesse è stato superiore alle attese”. Si partirà dai dealer Alfa Romeo, con cui Lancia è sincronizzata nel lancio dei nuovi modelli, e DS, ma la collaborazione è aperta a tutti brand del gruppo.

“Useremo stesse piattaforme, software e tecnologia di Alfa Romeo e DS, quindi la parola d’ordine è diversificazione. Alfa Romeo è impostata sulle performance. DS incarna l’eleganza francese, ricca e opulenta. Lancia invece si ispira all’eleganza italiana, semplice e basata sull’understatement”, spiega Napolitano.

Il focus sarà sull’esperienza a bordo. “Stiamo lavorando con interior designer e marchi italiani di arredamento, mentre la tecnologia sarà effortless” cioè di facile utilizzo. Come l’interfaccia SALA: Sound, Air, Light Augmented, che permette di regolare diversi parametri con un solo gesto. Anche la sostenibilità sarà protagonista: gli interni saranno realizzati per oltre il 50% con materiali riciclati: “fra i livelli più alti della media dei brand del gruppo”.

La nuova Lancia punta anche ad allargare la propria base clienti, oggi prevalentemente donne (65%). L’obiettivo sono i “progressive cultural influencer”, cioè clienti esigenti che abitano nelle grandi città, vivono responsabilmente e vogliono guidare il cambiamento. Anche il modo di presentare le vetture sarà rivisto: “Non penso vedrete la nuova Ypsilon ai Saloni di Ginevra o Parigi, ma piuttosto a eventi come il Salone del Mobile, dove il Made in Italy è protagonista”.

Guarda anche questi video dal canale YouTube Passione Auto Italiane:




Commenti

Post popolari in questo blog

NUOVA ALFA ROMEO MILANO: LA SPORTIVITA’ DIVENTA COMPATTA

Benvenuta MILANO, la nuova compatta che riporta la sportività Alfa Romeo nel segmento di mercato più grande d’Europa. Un simbolico “ben tornato” a chi ha amato Giulietta e Mito, e un caldo benvenuto a una nuova generazione di Alfisti. MILANO ridefinisce i canoni di bellezza nel segmento. Design italiano opera del Centro Stile Alfa Romeo (Torino): connessione emotiva al primo sguardo, grazie alla reinterpretazione degli stilemi tipici del marchio. Dinamica di guida best in class. MILANO porta il tipico piacere di guida Alfa Romeo nel segmento delle compatte, grazie a soluzioni tecniche specifiche frutto di un processo di sviluppo coordinato dalla stessa squadra che ha progettato Giulia GTA. Comfort e praticità ai vertici del segmento, come dimostra il bagagliaio più capiente tra i competitor premium (400l) e la soluzione Alfa Romeo Cable Organizer. MILANO è “ELETTRICA”, con batteria da 54 kWh, proposta in 2 varianti di potenza: 156 CV, e la top di gamma VELOCE con 240 CV. MILANO ELETTRI

Fiat Mega Panda, il nuovo modello sarà svelato l'11 luglio 2024

Il concept qui sopra è la City Car. Più grande dell’attuale Panda, una sorta di “Mega Panda”, il cui design è stato ispirato anche dal luogo di nascita del brand – l’iconico edificio del Lingotto a Torino con la sua celebre pista di prova sul tetto. Il nuovo modello sarà svelato l'11 luglio 2024. I designer FIAT si sono ispirati ad alcune caratteristiche peculiari del Lingotto per creare il nuovo linguaggio stilistico: leggerezza strutturale, ottimizzazione degli spazi e luminosità. Ad esempio, la forma ovale de "La Pista 500" è ripresa negli interni: dalla plancia allo schermo e ai sedili. Inoltre, FIAT è attenta all'uso di materiali sostenibili come plastiche riciclate e tessuti di bambù e mira a rimuovere alcune barriere ad una mobilità più sostenibile, tra cui ad esempio rendere semplice l’utilizzo del cavo di ricarica grazie a un "sistema autoavvolgente". La posizione di guida rialzata e il design che ispira solidità rendono questa city car perfetta per

Fiat 500x

La Fiat 500 è stata una delle automobili più iconiche mai prodotte, una vettura che ha incarnato lo spirito italiano di stile, praticità e divertimento su quattro ruote. Nel corso degli anni, questa icona si è evoluta e ha dato vita a varianti moderne, tra cui la Fiat 500X, un crossover compatto che mescola il fascino retro della 500 con le esigenze moderne di spazio e versatilità. Lanciata per la prima volta nel 2014, la Fiat 500X ha immediatamente catturato l'attenzione del pubblico grazie al suo design accattivante e alle sue caratteristiche innovative. Basata sulla piattaforma dello stesso gruppo della Jeep Renegade, la 500X offre una guida più elevata rispetto alla sua antenata, consentendo ai conducenti di affrontare con sicurezza una vasta gamma di terreni e condizioni stradali. Il design della Fiat 500X è una fusione perfetta tra il carattere retrò della 500 originale e un'estetica più moderna e avventurosa. Gli elementi distintivi, come i fari circolari e il tetto in c

Nuova Alfa Romeo Milano

Nel panorama automobilistico, poche marche evocano lo spirito sportivo e l'eleganza come Alfa Romeo. Con una storia che risale a oltre un secolo fa, l'azienda ha creato alcuni dei veicoli più iconici e amati al mondo. E ora, con grande eccitazione, Alfa Romeo ha annunciato il ritorno di un nome leggendario: Milano. Con la presentazione della nuova Alfa Romeo Milano, il marchio italiano continua la sua tradizione di eccellenza nel design, nelle prestazioni e nella tecnologia. Questa vettura rappresenta non solo il ritorno di un nome iconico, ma anche un passo avanti significativo verso il futuro dell'automobilismo. Con il suo mix unico di stile italiano, prestazioni sportive e tecnologia all'avanguardia, l'Alfa Romeo Milano è pronta a conquistare i cuori degli appassionati di automobili di tutto il mondo e a lasciare un'impronta indelebile sulla strada. Appuntamento al 10 aprile.

ALFA ROMEO MILANO: Il live streaming all’evento di presentazione #EyesOnMI

L’attesa è finita! Alfa Romeo MILANO è pronta al suo debutto. Vivi “live” insieme a noi la coinvolgente World Premiere della nuova sportiva compatta Alfa Romeo che ridefinisce le regole del segmento. Mercoledì 10 aprile, H 17:00 sul sito AlfaRomeo.it

Lancia Ypsilon da record nel primo trimestre del 2024

  Lancia Ypsilon si conferma fashion city car dei record e chiude il primo trimestre 2024 con un +16.4% di unità vendute rispetto allo stesso periodo del 2023. Nel solo mese di marzo, con 4.845 unità, Lancia Ypsilon è la seconda vettura più venduta del proprio segmento e la terza vettura più venduta del mercato in generale. Lancia Ypsilon è inoltre la vettura ibrida più venduta nel proprio segmento, sia nel mese di marzo, che nel trimestre.   “È un grande orgoglio constatare ancora una volta la passione e l’amore che circondano Lancia Ypsilon: una vettura che ha sempre giocato un ruolo da protagonista sul mercato, grazie al suo stile unico, dalle linee morbide e sinuose e dal design tipicamente italiano, uniti a connettività, efficienza e stile. I dati relativi al primo trimestre del 2024 certificano un percorso glorioso e ci permettono di celebrare nel migliore dei modi un modello che ha fatto la storia delle auto cittadine in Italia.” ha dichiarato Luca Napolitano, CEO del marchio La

Fiat Punto Avventura Urban Cross: al debutto la versione definitiva

PassioneAutoItaliane.BlogSpot.it - Seguici  su   Facebook Cliccando QUI (Seguici in modalità WEB anche su Tablet e Smartphone) La Fiat, in India, sta per far debuttare sul mercato la versione definitiva della Punto Avventura Urban Cross. Il nuovo modello è stato sviluppato partendo dalla Fiat Avventura già disponibile sul mercato indiano. Quest'ultima deriva a sua volta dalla Fiat Punto europea, in una versione crossover mai proposta nel Vecchio Continente.

L’avvio della produzione della trasmissione eDCT rappresenta una nuova pietra miliare della trasformazione da 240 milioni di euro dell’iconico sito italiano nel Mirafiori Automotive Park 2030

È partita la produzione di cambi elettrificati a doppia frizione (eDCT) nell’ambito della joint venture eTransmissions Assembly, con una produzione a regime di 600.000 unità all’anno. Obiettivo: contribuire ad alimentare la futura generazione di vetture ibride Stellantis La produzione di eDCT è una delle otto nuove attività che hanno trovato sede a Mirafiori dalla nascita di Stellantis, tra cui il Battery Technology Center, il Circular Economy Hub, il grEEn-campus e la sede globale di Pro One Il progetto Mirafiori Automotive Park 2030 prevede un investimento di oltre 240 milioni di euro per trasformare il sito in un polo unico nel suo genere a livello mondiale, completamente rinnovato e pensato per ospitare attività di progettazione, ingegneria e tecnologia, produzione, supply chain ed economia circolare Oggi è stato annunciato un ulteriore investimento di 100 milioni di euro per aumentare il potenziale dell’iconica Fiat 500e, con una piattaforma ridisegnata che integrerà la tecnologia

ALFA ROMEO MILANO SPECIALE La versione top di gamma disponibile al lancio commerciale

È ordinabile la MILANO SPECIALE, versione di lancio top di gamma disponibile nelle motorizzazioni IBRIDA (136CV) ed ELETTRICA (156CV). MILANO SPECIALE, limitata esclusivamente all’edizione di lancio, sintetizza sportività, tecnologia e comfort in una configurazione unica che prevede una selezione mirata dei migliori contenuti offerti in gamma. Negli esterni, spicca la nuova reinterpretazione dello scudetto “Progresso”, le finiture sportive opache con inserti nel nuovo e già iconico rosso Brera e cerchi in lega “Petali” da 18”. L’abitacolo è impreziosito da tratti sportivi e contenuti esclusivi come gli interni “Spiga” in vinile e tessuto, il volante in pelle ed il sedile guidatore a movimentazione elettrica con funzione massaggio. La cura nei dettagli è assicurata dall’elegante e distintiva illuminazione interna a 8 colori che caratterizza le bocchette aria, il tunnel centrale e l’iconico Cannocchiale. Completano un allestimento estremamente ricco le dotazioni di sicurezza: MILANO SPE

DINAMICA DI GUIDA ALFA ROMEO MILANO offre la dinamica di guida migliore della categoria

Forte del peso più basso nel segmento e di una ottimale distribuzione delle masse, MILANO entra nel mondo delle elettriche da vera Alfa Romeo. Il team che ha coordinato lo sviluppo della dinamica di guida è lo stesso che ha sviluppato la Giulia GTA presso il centro sperimentale di Balocco (VC), con il chiaro obiettivo di ottenere sulla nuova MILANO il road handling migliore della categoria, grazie a soluzioni tecniche specifiche: lo sterzo è il più diretto del segmento (14,6) ed estremamente preciso con calibrazione ad hoc per esaltare le eccezionali doti di tenuta di strada; sulla versione VELOCE, l’assetto è sportivo e ribassato di 25 mm; le barre antirollio anteriori e posteriori hanno una taratura sportiva per garantire un inserimento in curva rapido e preciso; l’impianto frenante prevede all’anteriore dei dischi da oltre 380mm con pinze monoblocco a 4 pistoncini; il differenziale Torsen offre la migliore trazione possibile in ogni condizione. Inoltre, gli pneumatici performanti d