Passa ai contenuti principali

Fiat, un marchio fedele alle sue radici



Fondata nel 1899, Fiat è uno dei marchi automobilistici più antichi al mondo, che ha contribuito, con tecnologie, design e concetti, al progresso della mobilità. Aperta al progresso e al cambiamento, mantiene i tratti distintivi che mantengono vivo il suo passato più glorioso.

L'attuale logo Fiat è relativamente recente, è stato presentato nel 2020, ma le sue grandi linee risalgono addirittura al 1904.

 

La Fiat 500 e la sua estetica sono un elemento chiave nel DNA del marchio. La sua filosofia e le sue grandi linee si ritrovano nella 500 del 1957 e, nel suo predecessore, nella Fiat 500 Topolino.

Molti marchi si distinguono portando con orgoglio il nome dei loro fondatori. La Fiat è una delle prime e poche case automobilistiche che ha scelto, fin dall'inizio, di distinguersi dalla concorrenza per mezzo di sigle. Fiat era originariamente, FIAT, la Fabbrica Italiana Automobili Torino (Fabbrica Italiana di Automobili di Torino).


Correva l'anno 1899 quando Aristide Faccioli e Giovanni Batista Ceirano decisero di unire le forze per avviare la produzione automobilistica con uomini d'affari e aristocratici piemontesi e sabaudi, tra cui Giovanni Agnelli. Il nome e il suo acronimo non potevano essere scelti meglio: da un lato chiarivano l'obiettivo e le origini dell'azienda, dall'altro FIAT costituiva un acronimo che creava una breve ed evocativa parola in latino: “Hágase” come in “Fiat Lux”.”, “Sia la luce”.


Gli imprenditori che hanno creato il 3 ½ HP erano consapevoli fin dall'inizio della forza di quelle quattro lettere. Sui suoi primi modelli, una targhetta dorata a forma di volute identificava il veicolo come opera della Fabbrica Italiana Automobili Torino, e sotto appariva la scritta FIAT e un numero di matricola.


Con l'ascesa dello stile modernista, le lettere FIAT sono diventate protagoniste con un carattere tipografico rettilineo molto simile a quello attuale, con la "A" che mostra un angolo molto particolare sul lato destro. Le iniziali erano circondate da un ovale azzurro decorato con elementi dorati a forma di raggi di sole e rami di ulivo.


Questo font, nelle sue linee principali, rimarrà come segno distintivo del marchio fino alla fine degli anni 60. Circondato da corone di alloro, a forma di radiatore stilizzato e con uno sfondo blu o rosso che identificava le auto italiane nelle competizioni sportive.


Nel 1968, le lettere iniziarono ad adottare una forma più regolare e furono incorniciate in quattro romboidi con un'inclinazione di 18º, opera del designer Armin Vogt, dell'agenzia Rewald. Tuttavia, nel 1999, in occasione del centenario del marchio, Maurizio di Robilant ha recuperato le lettere originali con la "A" che è diventata un segno distintivo del marchio, con uno sfondo blu e una corona d'alloro. Cinque anni dopo, passa al rosso e al termosifone, circondato da un cerchio, dal 1931. 


Infine, nel 2020, trionfa il minimalismo e le lettere moderniste del 1904 regnano sole nei documenti, nelle pagine web e sulla griglia dei veicoli del marchio.


Le forme arrotondate, l'aria disinvolta e la filosofia della Fiat 500 sono molto presenti nella gamma Fiat. Sono eredi diretti della Fiat Nuova 500 del 1957, opera di Dante Giacosa, che a sua volta sostituisce e riprende elementi di design della Fiat 500 Topolino del periodo tra le due guerre.


Con le ultime tecnologie, una versione 100% elettrica e trazione anteriore, la Fiat 500 di oggi è ben lungi dall'essere una cittadina di base come il suo predecessore, ma riflette la sua vocazione versatile con molteplici sagome e corpi. Se il modello del 1957 prevedeva a catalogo le versioni Normale, Economica, Sport, Cabrio o Giardinera, quello attuale comprende modelli Hatchback, Cabrio e X, con caratteristiche da SUV.


Un altro elemento dell'identità Fiat è la tavolozza dei colori dei suoi diversi modelli. In omaggio alla bellezza e alla gioia dei paesaggi naturali e delle città italiane, il grigio non è incluso, al servizio della visione ottimista ed edonistica che caratterizza la "Dolce Vita".

Commenti

Post popolari in questo blog

Grande Panda: il nuovo modello globale della FIAT

La Grande Panda segna il ritorno di FIAT sul mercato mainstream globale. È stata sviluppata sulla base di 3 pilastri: design italiano, piattaforma globale e rilevanza locale. Sostenibilità, inclusività, semplicità e bellezza sono i valori che hanno dato vita al progetto, mentre il design ha preso ispirazione dall'iconica Panda degli anni '80, i "blue jeans" dell'industria automobilistica, qualcosa di perfetto per ogni occasione e per ogni cliente. Pertanto, è un'auto socialmente rilevante, l'auto per tutti. La Grande Panda è il clone letterale della prima Panda, il che la rende un nuovo veicolo del segmento B che è sia conveniente che adatto alle famiglie. Il prezzo della Grande Panda dovrebbe partire da meno di € 25.000 per la versione completamente elettrica e meno di € 19.000 per la versione ibrida. Progettata in Italia presso il Centro Stile FIAT di Torino, la Grande Panda sfrutta un'idea semplice: una piattaforma multi-energia unica nel suo genere

Fiat Grande Panda arriva a fine anno con prezzi da meno di 19.000€

La Grande Panda segna il ritorno della FIAT sul mercato consumer globale. È stato sviluppato sulla base di 3 pilastri: design italiano, piattaforma globale e rilevanza locale. Sostenibilità, inclusività, semplicità e bellezza sono i valori che hanno dato vita al progetto, mentre il design si ispira all'iconica Panda degli anni '80, il 'blue jean' dell'industria automobilistica, qualcosa di perfetto per ogni occasione e per ogni occasione. occasione. cliente. È quindi un’auto socialmente rilevante, l’auto per tutti. La Grande Panda è letteralmente il clone della prima Panda, rendendola un nuovo veicolo del segmento B, conveniente e adatto alle famiglie. Il prezzo della Grande Panda parte da meno di 25.000 euro per la versione completamente elettrica e da meno di 19.000 euro per quella ibrida. Progettata in Italia presso il Centro Stile FIAT di Torino, la Grande Panda si basa su un'idea semplice: una piattaforma multienergia unica e installabile in qualsiasi parte

Prime immagini di due nuove Fiat in arrivo dall'anno prossimo

Durante la presentazione della nuova Fiat Grande Panda,  Olivier Francois ceo di Fiat,  ha mostrato un video in cui si intravedono le nuove Fiat Fastback e la familiare in arrivo dal 2025.

Nuovi dettagli della Nuova Fiat Grande Panda

Domani pomeriggio verrà presentata la nuova Fiat Grande Panda, il modello con cui Fiat tornerà nel segmento B,  dopo l'uscita di scena della Fiat Punto nel 2018. Dopo aver visto tutto della parte esterna e qualcosa della plancia e dei sedili,  scopriamo qualche dettaglio dell'interno porta e questa simpatica Panda disegnata. Per tutto il resto non ci resta che aspettare domani pomeriggio, quando finalmente avremo maggiori foto, video e informazioni sulla nuova nata in casa Fiat.

Lancia Ypsilon da record nel primo semestre del 2024

Il Brand Lancia chiude il primo semestre 2024 con una crescita di immatricolazioni del 3% ed una quota del 2,8%, in linea con la performance dello scorso anno. Lancia Ypsilon è sul podio delle vendite del segmento B confermandosi un best seller del mercato nazionale. Da questo mese il testimone passa alla Nuova Ypsilon, la prima vettura della nuova era del marchio che sta riscuotendo grande successo tra il grande pubblico e la stampa internazionale.   Lancia Ypsilon “saluta” il mercato italiano come meglio non avrebbe potuto: la vettura, che ha reso le strade dell’Italia più belle, ha giocato un ruolo da protagonista assoluta nei primi sei mesi di questo 2024, facendo registrare numeri straordinari per il marchio. Lancia ha infatti chiuso il primo semestre con 24.709 immatricolazioni, con un incremento del 3% dei volumi e una quota di mercato al 2,8%, in linea con la performance dello scorso anno, confermandosi sul podio delle vetture più vendute nel suo segmento. L’iconica vettura da

Numeri di immatricolazione a giugno: la Fiat resta numero 1 nel segmento A in Germania

Fiat 500 Elettrica è stato il bestseller tra i veicoli elettrici a batteria (BEV) nel segmento mini con una quota di mercato del 36%. Con una quota del 24,5%, la Fiat 500 ha conquistato nella prima metà dell'anno il primo posto nell'intero segmento Mini.  Anche la Fiat 500 Elettrica e la Fiat 500 sono state in testa alle rispettive statistiche di giugno. Le ultime statistiche dell'Autorità federale dei trasporti automobilistici (KBA) confermano: il marchio FIAT rimane leader di mercato per i veicoli piccoli ed economici in Germania. Nel primo semestre 2024 la Fiat 500 Elettrica ha dichiarato al primo posto nelle immatricolazioni tra le piccole auto con trazione elettrica a batteria. Circa un acquirente su tre (quota di mercato del 36%) nel segmento mini BEV ha scelto la city car tecnologicamente innovativa e stilisticamente unica del marchio italiano. Solo nel mese di giugno la quota di mercato è salita addirittura al 60,5%. Tra gennaio e giugno la Fiat 500 è stata ancora u

La Fiat 126p torna nel reparto assemblaggio dello stabilimento di Tychy

La Grande Spedizione dei Bambini visita la fabbrica di Tychy. 80 vetture Fiat 126p sono partite per sostenere i bambini feriti in incidenti. Un incontro unico e una tappa speciale presso lo stabilimento di Tychy.   La Grande Spedizione dei Bambini è partita da Varsavia a Monte Cassino il 5 luglio per raccogliere fondi per i bambini feriti in incidenti stradali. Nell'ambito di questa grande campagna benefica, 80 vetture Fiat 126p percorreranno oltre 3.000 chilometri per attirare l'attenzione sul problema della sicurezza stradale, ma, cosa altrettanto importante, per insegnare alle giovani generazioni come partecipare consapevolmente alla circolazione stradale. La prima tappa del percorso della spedizione è stata lo stabilimento di autovetture Stellantis di Tychy, erede di FCA Polonia, produttore della Fiat 126p. 80 squadre partenti, tra cui vere e proprie leggende automobilistiche, in rappresentanza di diverse generazioni di campioni polacchi dello sterzo, come il pilota Longin

La Fiat 500 Ibrida avrà l'allestimento Torino e arriverà tra 18 mesi. Sarà prodotta a Mirafiori e il motore a Termoli

Lo storico stabilimento di Mirafiori sarà il sito produttivo della nuova Fiat 500 Ibrida, un nuovo modello ibrido Made in Italy il cui arrivo è previsto tra 18 mesi. A comunicarlo è Olivier Francois, CEO di FIAT. La nuova Fiat 500 Ibrida sarà prodotta presso lo storico stabilimento di Mirafiori a Torino. Il modello ibrido affiancherà la Fiat 500e, anch'essa progettata, ingegnerizzata, e disegnata a Mirafiori. Questa decisione sottolinea la dedizione del marchio all'innovazione e alla sostenibilità, rafforzando al contempo il profondo legame con le sue radici italiane e il forte ruolo strategico di Mirafiori. Si tratta della versione ibrida della 500e prodotta a Torino. Il motore scelto è lo stesso, ma aggiornato, delle Fiat Panda Hybrid e della 500 Hybrid prodotta in Polonia e appena uscita di produzione. Si tratta del tre cilindri 1.0 FireFly con cambio manuale. Il motore tre cilindri N3 Firefly sarà prodotto a Termoli, mentre il cambio verrà realizzato a Mirafiori, dove nasce

Video Nuova Fiat Grande Panda

Video del Canale YouTube FIAT 

Stellantis estende il sistema di propulsione ibrido a un numero maggiore di modelli per soddisfare la domanda dei clienti europei

L’innovativa trasmissione a doppia frizione elettrificata (eDCT) garantisce prestazioni eccellenti, confermandosi una tecnologia di ibridazione a prezzi accessibili. Il cospicuo recupero di energia in fase di decelerazione contribuisce a ottenere un risparmio di carburante fino al 20% e una riduzione equivalente delle emissioni di CO2 rispetto a un sistema di propulsione a combustione interna. Piattaforme multi-energia uniche e una strategia di produzione flessibile consentono a Stellantis di offrire ai clienti grande libertà di scelta nel portafoglio dei suoi 14 brand. Sfruttando il suo esclusivo approccio multi-energia, Stellantis sta rispondendo velocemente al rapido incremento degli ordini di modelli ibridi da parte dei clienti in Europa, in particolare le vetture dotate della nuova tecnologia ibrida avanzata eDCT. Le varianti ibride offrono un’esperienza di guida eccezionale, garantendo una riduzione delle emissioni di CO2 a un prezzo più accessibile rispetto alle auto completamen