Fiat Punto torna ad avere successo


passioneautoitaliane.com -6 giorni 

Sembrava ci fosse un calo continuo fino all'uscita di produzione dalle linee di Melfi per la Fiat Punto, ma con l'offerta Fiat (leggi qui) la tendenza si è invertita, e non poco.
In Italia le vendite della Punto sono in forte crescita, passando dal 31° posto della Top 50 dei modelli più venduti a febbraio 2018, al 20° posto del marzo 2018. Da 1.721 unità alle 3.072 unità.

L'offerta era riservata alle Punto in pronta consegna, ma le numerose richieste hanno fatto modificare l'offerta Fiat per aprile, estendendola anche sulle Punto da ordinare. Risultato? a Melfi sono aumentati gli ordini al punto che hanno già fatto slittare la fine della produzione. Anche i concessionari affermano che era da tando che non vedevano cosi tante richieste per la Fiat Punto. 

Commenti

  1. è ancora una bella macchina e per chi non ha grosse pretese va più che bene. Tra l'altro ormai sono stati risolti tutti i difetti. Certo ci vuole altro, ma visto che la situazione è questa...

    RispondiElimina
  2. Secondo me fiat non ha creduto abbastanza nella punto: con il restyling del 2012 poteva fare molto di più per mantenere giovane un modello che poteva dare ancora tanto. Altre segmento B se non fossero state curate e ristilizzate negli anni, oggi starebbero per morire. Tre esempi sono la Ford Fiesta, la Toyota Yaris e la Opel Corsa: la prima, che è in vendita dal 2008, ha ricevuto un restyling nel 2013 ed è stata completamente aggiornata con il modello del 2017; la seconda, che è in venita dal 2011, è stata ristilizzata nel 2014 e di nuovo nel 2017; la terza, che è in vendita dal 2006 , ha subito un restyling nel 2010 e un completo aggiornamento nel 2013. Queste tre auto sono state affinate negli anni e ancora oggi (ai clienti) risultano ancora fresche e attuali, mentre con la punto del 2012 doveva esser fatto un completo aggionamento come hanno fatto gli altri marchi. Forse la punto di oggi sarebbe ancora molto competitiva e appetibile..

    RispondiElimina
  3. e quindi a Luglio non sarà cancellata la produzione della old Punto perchè ancora molto richieste e pertanto ulteriore modifica al piano industriale???? a pensare male, ci si azzecca....
    ps: come fate a dire che "è ancora una bella auto" se l'estetica è peggiorata e ha fatto il suo tempo.... se avessero fatto un restyling profondo come la opel corsa, l'avrei capito... ma così, non lo concepisco...

    RispondiElimina
  4. fabio il rinvio di 1/2 mesi non mi sembra che stravolge un piano industriale che ancora non si conosce. lo stai dicendo giusto per far polemica

    RispondiElimina
  5. Se avessero fatto un restyling profondo, come in foto link, e l'avessero aggiornata come si deve, come hanno fatto la Opel con la Corsa, a quest'ora la punto sarebbe tra le top 5 e potevano continuare a produrre fino al 2020-2022 senza particolari problemi... e l'investimento della Punto sarebbe ampiamente ripagata con 17-18 anni di carriera con un listino sui 10-12.000 euro anzichè sugli 8.000 euro.... Avrebbero azzerrato il debito senza bisogno di scorporae la Magneti Marelli e senza un ipotetica vendita della Lancia...
    bastava un piccolo investimento per massimizzare i profitti...
    bastava cambiare il frontale, paraurti, migliorare interni e aggiungere dispositivi elettronici...
    e avrebbe preso 3-4 stelle crashtest anzichè 0 da figuraccia internazionale....
    Volere è potere.... e invece Marcionne ha preferito riparmiare perdendo credibilità e fiducia in un marchio......
    scusatemi della polemica..
    http://www.sportfair.it/2016/11/nuova-fiat-punto-un-rendering-anticipa-la-nuova-generazione-del-2017-foto/458328/

    RispondiElimina
  6. @dado "il rinvio di 1/2 mesi non mi sembra che stravolge un piano industriale"
    è pur sempre un rimando prolungando le tempistiche.... c'è anche il tempo di 6-8 mesi per aggiornare la linea produttiva per la produzione del nuovo modello.... il tempo del pilotino di 3-4 mesi... il tempo dei test su strada... e la gente è veramente stanca di aspettare, aspettare, aspettare....
    E se continueranno a produrre punto perchè molto richiesta grazie a quel prezzo promozionale e la MiTo crossover dove si farà????
    scusami della polemica...

    RispondiElimina
  7. non c'è nessun modello in attesa di rimpiazzare la linea della Punto nel breve tempo. Quindi meglio la produzione della Punto che la cassa integrazione

    RispondiElimina
  8. pur di creare la polemica ve le inventate tutte. Ste novità arrivano non arrivano sono imminenti non lo sono a seconda di come dovete polemizzare. Non mi pare che a Melfi ci sia una novità imminente o comunque da qui a poco. Quindi meglio la Punto che nulla. Comunque non si sa se cosa e quando arriverà a Melfi, quindi evitiamo di parlare di stravolgimenti di piani ennesime prese in giro. Tra l'altro il piano manco loro lo conoscono, quindi evitiamo puttanate tanto per far discussione o per fare i pseudo saputelli.

    RispondiElimina
  9. non ci arrivi che se la Punto rimane in produzione con un offerta importante sui modelli da ordinare vuol dire che per ora dopo la Punto non ci sarà nulla e non impatta sulle future produzioni?

    RispondiElimina
  10. dire che dopo la Punto sarebbe in arrivo una una nuova linea in grado di fare 1 o 2 modelli non vuol dire che la cosa è imminente e quindi la Punto fa ritardare la nuova/nuove produzioni

    RispondiElimina
  11. @PAI e Ezio.
    forse vi siete dimeticati che la new MiTo prenderà posto della Punto e credo che sarà fatta a Melfi condividendo il pianale della 500x-Renegade...
    Sarebbe ora di iniziare a farlo?? o mi sto sbagliando io??? O forse sarà prodotta a Pomigliano??
    aspettiamo il piano industriale del 1 giugno.................

    RispondiElimina
  12. capisci o prendi per i fondelli??? non è imminente una novità per Melfi!!! se si parla di crossover Alfa, di nuovo modello o nuovi modelli, non vuol dire che tra pochi mesi arrivano!! Nessuno ha dato delle tempistche. se la Punto va avanti vuol dire che può andare avanti senza provocare nessun ritardo di tempi che nessuno ha dato tranne che te!

    Inoltre se Fiat si è trovata davanti a un successo inaspettato per la Punto,ormai deve produrre le Punto ordinate!

    RispondiElimina
  13. ci sei o ci fai??? a Melfi gira voce che arriva un nuovo modello o adirittura due nuovi modelli, ma nessuno ha mai detto quando e se è confermato. Se non si sa vuol dire che la cosa non avverrà a breve! Quindi se la Punto ha avuto questo secondo successo devono soddisfare gli ordini e ben venga che vanno avanti visto che l'alternativa è la cassa integrazione. Comunque invece di luglio si parla di settembre, se si tiene conto che agosto è dimezzato dalle ferie, non mi pare che un mese un mese e mezzo in più sia una tragedia
    POLEMICHE 0 GRAZIE!!!

    RispondiElimina
  14. Marchionne ha solo lasciato intendere che la Mito sarà qualcosaltro ma non ha detto quando arriva. Per logica si ipotizza Melfi, ma nessuno ha detto che da settembre si parte con la Mito a Melfi

    RispondiElimina
  15. si è solo detto che via la Punto, a Melfi, piazzano una nuova linea. Nessuno ha mai parlato di partenza di nuove produzioni

    RispondiElimina
  16. anche perchè si sa che se arriva un nuovo modello a fine 2019 è già tanto. Avete sempre detto che se non ci sono muletti vuol dire che a Torino dormono e mo improvvisamente ci sono nuovi modelli da produrre a breve?

    RispondiElimina
  17. Paolo B dice che qui nessuno è un Ad ma mi pari di si. fabio non credi che la situazione è in mano a loro e non a te e quindi sanno quello che fanno? e poi che fanno? dicono ai clinti di rinunciare all'acquisto della Punto perchè devono fare la Mito????? ma ci siete o ci fate????

    RispondiElimina
  18. E’ un fenomeno solo italiano questo. Le vendite in rialzo della Punto sono semplicemente dovute al fatto che viene venduta al prezzo di una low cost. Ormai lo è a tutti gli effetti vista l’anzianità del progetto. Non risponde più ai requisiti minimi di sicurezza europei ma noi italiani ce ne freghiamo perché costa come le patate al mercato. Questo fenomeno dovrebbe far pensare la dirigenza. La gente ha bisogno di auto economiche e se ci si impegna si possono fare modelli validi, a buon mercato e redditizi. Certo per Marchionne è più facile fare soldi con Ferrari e Jeep. Intanto con Alfa, dopo aver sbandierato previsioni travolgenti di successo, non è ancora riuscito a guadagnare un euro. Con Maserati manco… Semplicemente non c’è cultura automobilistica, non c’è voglia di primeggiare, impegno. C’è solo la malizia di fare affari con la finanza. Che non è il massimo. Infatti Fiat e Lancia, marchi che potrebbero tranquillamente smerdare Volkswagen e Bmw stanno facendo la fine che sappiamo con migliaia di operai in cassa. Mi vergogno di essere torinese.

    RispondiElimina
  19. ogni occasione per denigrare la Fiat è buona. La struttura è sempre quella che ha fatto prendere 5 stelle all'esordio. Viene punita per la mancanza di cose come frenata automatica e roba del genere. Dare del pirla a chi prende una Punto perchè si può permettere qualla mi pare poco bello. Comunque anche all'estero è in crescita la Punto

    RispondiElimina
  20. no vabbè... per questo la fiat ha tempi incredidibilmente matusalemmiani per ogni nuovo modello e sta mooolto indietro rispetto alla concorrenza.... au revoir e statt bonn!!

    RispondiElimina
  21. chi se ne frega! se li fanno bene, se no cazzi loro! VIVO LO STESSO MICA COME VOI CHE STATE QUI A FRIGNARE CON A CAPO PAOLO B. ADDIO fabio NON I MANHERAI!!!

    RispondiElimina
  22. Ma di quale piano state parlando? La Fiat forse ha rispettato mai un piano?praticamente dei vecchi piani è stato rispettato solo il 20%

    RispondiElimina
  23. La comprai nel 2009, ed era uscita 4 anni prima; non avrei mai immaginato che dopo quasi 10 anni sarebbe rimasta ancora in produzione.

    RispondiElimina

Posta un commento

Passione Auto Italiane: Facebook e Instagram
redazionewm@outlook.com
fiat500club.blogspot.com
passioneautoitaliane.com
Jeep: leautodimatteo.passioneautoitaliane.com
passioneautoitaliane.it
alfaromeoclub.passioneautoitaliane.com
Instagram: Matteo_Volpe_Passione_Auto_Italiane


Post popolari in questo blog

Nuove indiscrezioni per il marchio Fiat