Mike Manley: Fiat rimane in America e Lancia rimarrà localizzata. La partnership con BMW potenzialmente potrà espandersi


Mike Manley, in un intervista al "Corriere della Sera" ha dichiarato che la partnership con BMW per lo studio dei sistemi di guida autonoma potenzialmente può espandarsi, ma non a breve. Non c'è nessun colloquio secifico, ma FCA è in contatto regolare con BMW.


Per Fiat ha dichiarato che in Nord America vendono 500, 500L, 500X e 124 Spider, auto che appartengono a segmenti che non esistevano prima e che sono stati creati da Fiat. Si tratta di un mercato piccolo, ma FCA vuole continuare ad esserci senza ricorrere a una politica di riduzione dei prezzi. Finchè Fiat avrà un auto iconoca come la 500, anche nel Nord America, il marchio avrà un futuro pur non facendo grandi volumi.

Per FCA l'Italia è il mercato più grande e più importante d'Europa, e sono orgogliosi delle proprie origini e del valore dei loro oltre 100 anni di storia. Quindi sarà sempre una parte importante per FCA.

L'eco-bonus e l'eco-tassa cambieranno il panorama delle vendite. Prima di questo FCA aveva annunciato oltre 5 miliardi di euro di investimenti negli stabilimenti italiani per l'elettrificazione, nuovi prodotti e aggiornamenti vari. Ora valuteranno quel programma alla luce dei cambiamenti per assicurare il piano sia ancora appropriato. In generale FCA ha pianificato 9 miliardi di euro per avere un portafoglio di veicoli che includerà una gamma molto ampia di motorizzazioni mild hybrid, hybrid, hybrid plug-in ed elettrico puro.

Alfa Romeo viene separata da Maserati perchè quest'ultima è cosi speciale che ha bisogno di un focus dedicato. Maserati e Alfa Romeo non devono essere vendute allo stesso modo, mentre era proprio quello che stava accadendo. La separazione fa bene a entrambi i marchi.

Per Lancia, l'ad di FCA dichiare che fuori dall'Italia non esiste, quindi rimarrà localizzata. Si parla di nuova Ypsilon per il mercato Italiano.
Le colonne portanti di FCA sono Jeep e RAM, il nome del gruppo rimarrà FCA poichè sia Fiat che Chrysler rimangono marchi importanti per il gruppo.

I PIU' LETTI - ULTIMI 7 GIORNI