Fiat Abarth 850 TC Gruppo 2 (1968)


Iscriviti al Canale YouTube Passione Auto Italiane 

Le elaborazioni Abarth più famose si sviluppano intorno alla Fiat 600. Le vincenti 750 si evolvono nel 1961 nell’Abarth 850 TC (Turismo Competizione), realizzata partendo dalla 600D. L’Abarth completa l’assemblaggio delle vetture fornite dalla Fiat con le parti meccaniche prodotte internamente.

Le 600 elaborate da Abarth cambiano aspetto: sotto e poi al posto del paraurti anteriore compaiono i radiatori dell'olio, e per raffreddare ulteriormente i motori sempre più potenti il cofano posteriore viene mantenuto aperto con delle staffe. I successi in pista non tardano a venire, in particolare nelle massacranti gare di durata.

Nel 1961, in seguito alla vittoria di classe conquistata alla 500 chilometri sul più famoso circuito tedesco nasce una versione commemorativa ulteriormente potenziata: è la Fiat Abarth 850 TC Nürburgring.

L’evoluzione porta alla nascita dell’Abarth 1000 con motore di 982 cc, ma la versione più potente è quella con valvole radiali nota come "TCR", che supera i 100 cavalli/litro.  

Commenti