Ferrari 458 Speciale A








Foto Quattroruote

Giallo tristrato, blu Nart e bianco Avus: è così che si presenta al mondo la Ferrari 458 Speciale A, novità che il Cavallino presenterà in prima mondiale al Salone di Parigi 2014. E che allude nel nome - con la "A", iniziale di "aperta" - alla carrozzeria spider sotto cui si cela la stessa meccanica della Speciale coupé.
Nata per essere prodotta in soli 499 esemplari, la Speciale A si qualifica come la scoperta più potente mai prodotta a Maranello: con la 458 Spider, il nuovo modello condivide il tetto rigido ripiegabile in alluminio, che si apre completamente in 14 secondi e limita l'aggravio di peso in soli 50 kg rispetto alla versione chiusa.
L'elemento in comune con la Speciale coupé è invece il motore: conosce qui il suo secondo impiego il 4.5 V8 aspirato da 605 CV a 9.000 giri (135 CV/l la potenza specifica) e 540 Nm a 6.000 giri, che secondo la Casa è in grado di garantire emissioni di CO2 pari a 275 g/km sul ciclo combinato. Il peso a secco è pari a 1.340 kg, per un rapporto peso/potenza pari a 2,21 kg/CV.
La scheda tecnica della nuova Ferrari la dice lunga sulle sue potenzialità: lo 0-100 km/h viene coperto in 3,0 secondi lo 0-200 in 9,5, mentre il tempo sul giro a Fiorano è pari a 1'23"5, secondo quanto dichiara il Costruttore. Numerose le soluzioni tecniche d'avanguardia che concorrono al raggiungimento delle prestazioni suddette,
dall'aerodinamica attiva anteriore e posteriore all'Ssc, il nuovo sistema di gestione elettronica dell'angolo d'assetto.
La Speciale A è riconoscibile anche per il trattamento estetico riservato, che passa non solo per la livrea tricolore della carrozzeria, ma anche per i cerchi a cinque razze in grigio Corsa. Nell'abitacolo dominano la scena gli inserti in fibra di carbonio blu e i sedili dal nuovo design con rivestimento in Alcantara e cuciture a contrasto.

Fonte Quattroruote

Commenti

I più letti della settimana