I modelli Alfa Romeo previsti



PassioneAutoItaliane.BlogSpot.it - Seguici su Facebook Cliccando QUI
RENDER NON UFFICIALE di AutoWeek.nl 

Secondo autonews.com il piano Alfa Romeo è così modificato:
 
4C e 4C Spider: in esame una variante più potente GTA

Giulia: arrivo in USA a fine 2016. Nel 2017 adotterà un 2.0 litri turbo

Stelvio: presentazione il 15 novembre al Los Angeles Auto Show e debutterà nei primi mesi del 2017: febbraio 

Ammiraglia: Alfa Romeo sembra aver accantonato i suoi piani per una nuova ammiraglia, una versione più lunga e più grande della Giulia, per rivaleggiare con l'Audi A6 e BMW Serie 5.

Roadster: A causa del calo delle vendite globali delle roadster, Alfa Romeo ha congelato lo sviluppo di questo modello.

Midsize coupé: versione coupé della Giulia per competere con la BMW Serie 4 Coupé e la Audi A5.

Grand Crossover: Alfa Romeo ha da tempo pianificato un  Crossover più grande dello Stelvio, soprattutto per gli Stati Uniti e la Cina. Il modello di produzione condividerà le sue basi con lo Stelvio per competere con l'Audi Q7 e BMW X5.

Giulietta berlina e coupé: Alfa Romeo sta decidendo se basare l'erede Giulietta sulla piattaforma Giorgio accorciata o sulla piattaforma compatta attuale.

Web Magazine Passione Auto Italiane
Facebook, Google+, Twitter, Instagram e YouTube @Passione_AUTO_Italiane
Render, Foto, Sponsor, Contatti...: redazionewm@outlook.com

Commenti

Anonimo ha detto…
Heral Wester aveva confermato la Giulietta a trazione posteriore; infatti dichiarò: “Se gli altri ci hanno ripensato, meglio per noi: mi piace davvero l’idea di essere gli unici a offrire una berlina di segmento C a trazione posteriore”. Significa che con la sua uscita dall'Alfa il progetto è stato modificato?
Comunque molto bello il render.
Anonimo ha detto…
Molto meglio se la giulietta resta anteriore
la fonte dichiara questo piano poi si vedrà :-)
Unknown ha detto…
se non fanno la prossima segmento C a trazione posteriore?! si bruciano di ogni credibilità e soprattutto deluderanno una valanga di clienti prossimi che ci contano.
Anonimo ha detto…
secondo me potrebbero fare sia la Giulietta su base Giulia accorciata che la nuova mito su base 500X con trazione anteriore o integrale
Gigi ha detto…
In questo piano mi sembra manchi il crossover di segmento C, che spero come x la prossima Giulietta, sia realizzato sul pianale Giorgio accorciato.
Come già detto, dal pianale della 500x si potrebbe sviluppare una "Mito crossover" poco più piccola della 500x, quindi con una caratterizazione più sportiva, con quadrilateri all'anteriore e motori con specifiche diverse.
Bobby ha detto…
Ma date non ne hanno messe?
Nel 2017 è previsto solo lo Stelvio, come nuovo modello?
Non è un po' poco, se si vuole centrare le 400.000 unità annue nel 2020?
La nuova Giulietta è stato chiaramente detto, che sarà a trazione posteriore. Spero non facciano la figuraccia di rimangiarsi (un'altra volta...) quanto annunciato. La credibilità andrebbe definitivamente a farsi benedire.
Niente nuova ammiraglia? In USA e Cina, vendono bene. Perché non farla, quando questi due sono i mercati di riferimento?
Hanno appena lanciato la 124 Spider, grazie anche a Mazda, ed ora dicono che il mercato delle roadster è in recessione?
D'accordo con voi, che un'erede della MiTo (obbligatoriamente a 5 porte e magari in versione B-SUV), si potrebbe tranquillamente fare, facendola derivare da altri modelli del gruppo. Quando lo fa VW (in maniera massiccia), va tutto bene, perché non potrebbe farlo FCA?
La Giulia SW, visto che venderebbe solo in Europa, ho paura non verrà mai prodotta.
mr70it ha detto…
purtroppo il piano Alfa dipende molto dalle vendite dei modelli lanciati di volta in volta: Giulia influenza l'uscita della Stelvio, Stelvio influenzerà l'uscita della prossima...
Forse per l'ammiraglia hanno visto che porterebbe via solo numeri al loro interno (Maserati)

Per la Giulietta a TP si forse ci farebbero la figuraccia di rimangiarsi, ma forse in FCA dovrebbero ogni tanto parlare di meno. Per il tipo di auto non credo che sia indispensabile la TP, dovendo contenere i costi forse alla fine terranno la TA.

Post popolari in questo blog

Problemi di salute per Sergio Marchionne, che potrebbero anticipare le dimissioni da AD di FCA

1.0 e 1.3 pronti per GAS ed elettrificazione

Fiat 500X 2019: i nuovi motori