A Termoli 475 riconferme, ma si aspetta il nuovo piano industriale. A breve saranno fuori produzione il motore 8 valvole e il cambio M40 a cinque marce del Ducato


L’ottimismo a breve termine c’è e non si può negare, ma se si guarda poco oltre i prossimi mesi, vige l’incertezza più totale sul destino dei 475 interinali della Fiat Chrysler dello stabilimento di Rivolta del Re, al nucleo industriale di Termoli. Perché è vero che i contratti in scadenza sabato 31 marzo dovrebbero essere rinnovati in blocco, ma è vero anche che di stabilizzazione non si parla e neanche del futuro dell’impianto termolese non si hanno molte certezze.

Nessuno sta ipotizzando una chiusura, tuttavia non si capisce bene che prodotti dovrà sfornare la Fca termolese da qui a qualche anno. Si saprà di più il primo giugno 2018 con la presetazione del nuovo piano industriale.

Il motore 8 valvole esce di produzione fra meno di un anno e lo stesso vale per il cambio M40 a cinque marce del Ducato, visto che a breve si produrrà quello a sei marce. Non si sa ancora se questo avverrà a Termoli o meno.

I PIU' LETTI - ULTIMI 7 GIORNI