Carlos Tavares su Lancia Stratos al Rally Storico di Monte Carlo



Oggi prende il via la 24^ edizione del Rally storico di Monte Carlo, una delle maggiori competizioni mondiali riservate a vetture d’epoca.

Ai nastri di partenza il CEO del Gruppo Stellantis, Carlos Tavares, con un’iniziativa di natura personale, a bordo di una Lancia Stratos HF Gruppo 4 del 1975 che sfoggia l’iconica livrea Alitalia.

La Lancia Stratos HF fu la prima auto al mondo ad essere progettata appositamente per i rally, vincendo tre mondiali consecutivi (1974, '75 e '76) ed uscendo imbattuta dalle competizioni nel 1978.

Lancia è ancora oggi il marchio automobilistico che ha vinto di più nelle competizioni rally.

 


Oggi parte la 24^ edizione del Rally storico di Monte Carlo, tra le principali manifestazioni a livello mondiale destinate a vetture storiche. Tra i 263 equipaggi annunciati al via, spicca quello di cui fa parte Carlos Tavares, CEO del Gruppo Stellantis, che parteciperà a bordo di una iconica Lancia Stratos HF del 1975.


In questa 24^ edizione, il Rally storico di Monte Carlo si presenta nella sua tradizionale formula con partenza da tre diverse località: Bad Homburg in Germania, Reims in Francia – città da cui partirà Carlos Tavares a bordo della Lancia Stratos – e Milano in Italia. I diversi equipaggi partiranno tutti alla volta di Monte Carlo, dove si svolgerà una competizione tanto leggendaria quanto impegnativa, con 17 prove di regolarità per quasi 300 chilometri di percorso e che terminerà, sempre nel Principato, mercoledì 2 febbraio.


La Stratos HF è una vera pietra miliare nella storia del marchio e fu fortemente voluta per sostituire la Lancia Fulvia HF nelle competizioni mondiali. Realizzata in sole 500 unità dal carrozziere torinese Nuccio Bertone, la Stratos è una coupè filante, equipaggiata con motore posteriore a sei cilindri a V della Dino 246 Ferrari, in grado di sviluppare fino a 320 CV nella versione a 24 valvole. Debutta ufficialmente in gara nel 1974, ed è la prima auto al mondo a essere progettata appositamente per i Rally, con una sola missione: essere imbattibile su qualunque terreno: pista, strada o sterrato.


A partire dalla stagione sportiva 1975, la Stratos sfoggia i colori bianco e verde di Alitalia. La grafica che celebra lo sponsor cambia e diventa iconica due anni dopo, quando il logo tricolore della compagnia aerea italiana viene sdoppiato ed armonizzato alla forma a cuneo della vettura. Ancora oggi, la livrea Alitalia della Stratos viene considerata tra le più belle di tutta la storia del Motorsport.


Una vera “bête à gagner”, come la definirono i francesi, la Stratos dominò il panorama internazionale dei Rally, lasciando agli avversari solo le briciole: conquistò infatti tre edizioni consecutive del Rally di Monte Carlo, tre titoli nel Campionato Mondiale Costruttori (1974, 1975 e 1976) e due nell’Europeo Piloti, oltre alla vittoria di Sandro Munari nel 1977 della Coppa Mondiale FIA Piloti Rally.


La partecipazione della Lancia Stratos al Rally storico di Monte Carlo rende dunque omaggio agli oltre 115 anni di storia del marchio che ha vinto di più nelle competizioni Rally – collezionando ben 15 titoli mondiali, tra piloti e costruttori – oltre a conquistare nella sua storia tre Campionati del Mondo Endurance Costruttori, una 1000 Miglia, due Targa Florio e una Carrera Panamericana. Un palmares straordinario che conferma la tradizione sportiva del brand che risale al fondatore Vincenzo Lancia, appassionato pilota che vinse diverse competizioni nel biennio 1908-1909.

Commenti

I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA