Nuovo SUV Fiat Panda pronto per il lancio entro il 2023 con opzione elettrica Fiat sta progettando una serie di veicoli basati sul concept Centoventi, tra cui un nuovo “Suv Panda” compatto



Fiat sta pianificando una nuova offensiva di prodotto "elettrificazione a prezzi accessibili". Sarà lanciata nei prossimi cinque anni e il marchio italiano avrà la famiglia 500 e una gamma di veicoli pratici basati sul concept Centoventi come pilastri chiave per la sua crescita all'interno di Stellantis.

Il CEO di Fiat Olivier Francois ha recentemente dichiarato ad Auto Express che questa strategia cambierà i paradigmi della formazione della sua azienda. Ora, la 500 diventerà l'offerta incentrata sullo stile nel portafoglio del marchio, mentre i prossimi modelli basati su Centoventi rinunceranno a uno stile swoopy in nome della assoluta praticità. 

Questi nuovi veicoli entry-level avranno anche un prezzo economico, mantenendo un'attenzione altrettanto spietata sui costi di produzione e lo stesso carattere robusto della Panda originale degli anni '80. Finora, Auto Express ha scritto che ci saranno una supermini "Panda" e un nuovo "Suv ​​Panda", ma arrivano altri modelli.

Abbiamo chiesto direttamente a Francois se la nuova formazione Fiat avrebbe avuto due pilastri, costruita sulla 500 e sulle convenzioni dettate dal concept Centoventi – e lui ha risposto: “Esatto, hai ragione”. Si è fermato prima di confermare eventuali targhette, ma ha suggerito che i modelli più grandi influenzati dalla Panda potessero utilizzare i classici badge Fiat.

Francois ha guidato Auto Express attraverso il suo processo di pensiero per nominare il suo modello entry-level basato su Centoventi, tuttavia, dicendo: "Quello che è certo è che ora ho la possibilità di inventare un nuovo nome o di attingere a qualche nome leggendario del passato. Sono più orientato verso il secondo, perché abbiamo davvero questi modelli favorevoli, con molti clienti felici. “Quindi farò un segmento B [supermini], e poi ci sarà una nuova Punto? Sarà una super Panda? Non lo so. Lo scopriremo. Ciò che è molto importante, ed è qui che hai il mio totale impegno, è che ovviamente al primo sguardo – anche senza badge o branding – la riconoscerai come una Fiat”. La "Panda supermini" sarà una city car robusta e squadrata e sarà la cosa che Fiat lancerà più vicino a un seguito per l'attuale Panda. Quindi, ci sarà almeno uno, (ma probabilmente due), modelli che probabilmente utilizzeranno la stessa architettura CMP Stellantis. La "Punto" menzionata sopra da Francois potrebbe essere una supermini squadrata, ma il nome potrebbe anche riferirsi al "Suv ​​Panda", diventando un'estensione rialzata del concetto originale di Centoventi. Questo veicolo darà alla Fiat un'alternativa più pratica alla prossima 500X e, in effetti, un sostituto per 500L. 

Fiat ha già disegnato a matita un piccolo SUV non ancora specificato per la sua fabbrica di Tichy in Polonia (attualmente sede della vecchia 500 e della Ypsilon di Lancia) dal 2023. Questo è l'anno in cui Francois si aspetta che i suoi nuovi veicoli inizino ad arrivare. Il modello, che dovrebbe essere presentato in anteprima quest'anno, dovrebbe essere costruito insieme al baby SUV dell'Alfa, oltre a una piccola Jeep, e tutte e tre le auto utilizzeranno le piattaforme CMP ed e-CMP dell'azienda per offrire una scelta di trazione a benzina o elettrica . Contraddicendo le speculazioni, Francois ha suggerito che nella sua formazione c'è spazio per due piccoli SUV. “Se guardi alla VW, ora ha la T-Cross e la T-Roc, che sono entrambi SUV ma uno è più grande, l'altro è più piccolo. "E per di più hanno il Taigo [coupé-SUV]", ha detto. “Poiché non siamo così ricchi, non lanceremo quattro o cinque versioni. Ma abbiamo l'opportunità di dire: "Se vuoi qualcosa di un po' più coupé, più rotondo, ehi, ho una grande notizia: ho l'ispirazione per il design della 500". “Ma se vuoi spazio per i soldi – questo è forse un altro elemento importante per i [piccoli] B-SUV – se vuoi davvero scatole quadrate, squadrate, robuste e spazio, ho l'ispirazione che è Panda. E la mia idea è di attenermi a questo, per ora, ma ovviamente in modo evolutivo".

Francois sembra aver stabilito che il cuore della Fiat sarà caratterizzato da elevati volumi di vendita di veicoli di piccole dimensioni, consentendo a aziende del calibro di Opel e Citroen di offrire modelli più grandi come i SUV per famiglie. "La mia idea è di coprire o di concentrarmi su auto tra 3,7 metri di lunghezza e 4,3 metri di lunghezza", ha detto. “Segmento A, segmento B, B-SUV corto, B-SUV lungo. È lì che voglio giocare". La più ampia strategia di prodotto di Fiat e il suo futuro con Stellantis. 

Nell'ultimo decennio, Fiat ha occasionalmente lottato per posizionare il resto della sua formazione accanto alla 500, anche perché lo sviluppo di nuove versioni di auto come Punto e Tipo era proibitivo, con poco o nessun incrocio tra i marchi fratelli Chrysler e Jeep. Ora, con Fiat che fa parte di Stellantis e che è in grado di sfruttare enormi economie di scala, insieme a piattaforme e motori già pronti, Francois afferma che i suoi costi di sviluppo su piccole auto chiave potrebbero essere ridotti fino a tre quarti in alcuni casi. "Ora ho fratelli: Peugeot, Opel, Citroen, DS, persino Lancia, che si occupano di fare auto europee piccole e compatte", ha detto Francois. “Quindi abbiamo tutti bisogno più o meno della stessa cosa, delle stesse tecnologie. Ovviamente le auto saranno fondamentalmente diverse, ma le basi possono essere condivise".

Sembra probabile, tuttavia, che la Fiat proverà a produrre almeno un'altra variante dall'ultima piattaforma della 500, che è stata sviluppata internamente prima della fusione con Stellantis. Questa architettura potrebbe essere leggermente allungata per la suddetta edizione a cinque porte, consentendo a un successore del piccolo SUV 500X di essere basato sulle basi STLA completamente elettriche di Stellantis.

Commenti