Fiat Panda - due classici con propulsori orientati al futuro


Fiat Panda Aria del 2007 e Fiat Panda Elettra degli anni '90 mostrano l'importanza dei concetti di guida ecologica nella storia della serie. La Fiat Panda ha rivoluzionato il segmento delle city car nel 1980. Esattamente 40 anni dopo, la nuova Fiat Panda Hybrid sta producendo in serie la tecnologia ibrida delicata per ridurre i consumi.

Due esempi unici del passato della serie mostrano che la Fiat Panda era spesso molto più avanti del suo tempo nella sua storia esattamente quarantennale. La Fiat Panda Elettra, prodotta in piccole serie tra il 1990 e il 1998, si basava su azionamenti elettrici privi di emissioni anche prima del volgere del millennio. E la concept car Fiat Panda Aria del 2007 ha un motore turbo a due cilindri sperimentale sotto il cofano, progettato per funzionare con una miscela di gas naturale e idrogeno e quindi emette solo 69 grammi di CO 2 per chilometro di viaggio.

Fiat Panda Elettra e Fiat Panda Aria sono in genere esposte presso l'HCA Heritage Hub, il museo del marchio Fiat a Torino, tra gli altri. Per il 40 ° compleanno della Fiat Panda.

Con la nuova Fiat Panda Hybrid, il marchio porta la tecnologia ibrida nel segmento delle city car. Equipaggiato con un generatore di avviamento a cinghia (RSG), la Fiat Panda Hybrid consuma solo 4,1 litri per 100 chilometri a 50 kW (70 CV). Inoltre, i coprisedili del modello speciale sono interamente realizzati con materiale di riciclaggio SEAQUAL, Questa fibra speciale è in parte realizzata in plastica raccolta dal mare. Inoltre, la Fiat pianta cinque alberi per ogni Fiat Panda Hybrid vendute. La società sta lavorando a questo progetto con organizzazioni senza scopo di lucro come "Plant-My-Tree", che hanno avviato programmi di rimboschimento regionali e contribuendo in tal modo alla protezione dell'ambiente e del clima. 

Fiat Panda Elettra (1990)
Insieme alla società austriaca Steyr-Puch, Fiat ha sviluppato una variante della Panda 750 convertita in un motore elettrico più di 30 anni fa, che era principalmente destinata all'uso da parte di servizi pubblici e comunali. Dal 1990, la Fiat Panda Elettra è stata una delle prime auto elettriche disponibili gratuitamente in Europa.

Nella prima versione del modello, dodici batterie al piombo da 6 volt (capacità 172 Ah a 72 volt) collegate in serie fornivano l'energia per un motore elettrico con potenza di 14 kW. Aveva una velocità massima di 70 km /h e un'autonomia di circa 100 chilometri. La ricarica è stata effettuata tramite una presa convenzionale sulla rete domestica da 220 volt. Lo spazio richiesto per le batterie ha lasciato spazio per due posti e un carico utile di 150 chilogrammi. Dal 1992 la Fiat Panda Elettra 2 aveva un motore un po 'più potente (17,7 kW) e batterie al nichel-cadmio opzionali con 14 volt di tensione a bordo. Con un prezzo di 25,6 milioni di lire, la Fiat Panda Elettra era circa tre volte più cara di una Fiat Panda 750.

Fiat Panda Aria (2007)
La concept car Fiat Panda Aria presentata all'IAA di Francoforte nel 2007 era di tendenza in termini di protezione ambientale. Sotto il cofano dell'Aria era un precursore del motore turbo bicilindrico che in seguito ebbe successo in diversi modelli di serie del marchio. Degno di nota il motore sperimentale sviluppato da Fiat Powertrain Technologies non è stato solo la riduzione della capacità cubica a circa 900 centimetri cubici e l'implementazione del sistema MultiAir, in cui le valvole sul lato di ingresso sono azionate elettroidraulicamente e quindi consentono tempi di controllo liberamente variabili. La Fiat Panda Aria poteva andare con benzina, oppure con una miscela di gas naturale al 70% (metano) e idrogeno al 30%. In questo caso, le emissioni furono un record di 69 grammi per chilometro di viaggio con una potenza di 59 kW (80 CV).

Il consumo è stato inoltre ridotto dal sistema Start-Stop automatico, cambio automatico, pneumatici speciali Pirelli con bassa resistenza al rotolamento e peso del veicolo ridotto. A ciò hanno contribuito gli acciai ad alta resistenza per il corpo e i serbatoi di carburante in composito di fibra di acciaio e carbonio. Inoltre, la Fiat Panda Aria ha offerto la possibilità di registrare i dati relativi al consumo durante la guida, utilizzando il sistema di infotainment Blue & Me, leggendoli su una chiavetta USB e analizzandoli tramite un programma per computer. Su questa base, il software ha determinato suggerimenti per uno stile di guida più rispettoso dell'ambiente.

Nella produzione della Fiat Panda Aria, in molte aree sono stati utilizzati materiali particolarmente ecologici. Le parti del corpo sono realizzate in plastica riciclabile. I coprisedili sono realizzati con fibre naturali come lino e cotone e le fibre di cocco sono utilizzate come tappezzeria. Inoltre, il rivestimento interno è realizzato con materiali biodegradabili.

I PIU' LETTI - ULTIMI 7 GIORNI